Le ordinanze sono state emanate per motivi di sicurezza in quanto l’emergenza è ancora in corso

I Comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Cotignola e Lugo hanno pubblicato un’ordinanza che proibisce di percorrere gli argini di canali e fiumi a piedi o con qualsiasi mezzo fino al termine dell’emergenza alluvione.

Le ordinanze sono state disposte per motivi di sicurezza, in quanto sono attualmente in corso verifiche sulla tenuta degli argini, mentre dalle colline stanno scendendo tutt’ora importanti quantità d’acqua: l’emergenza non è infatti cessata e sono previste ulteriori piogge nei prossimi giorni.

Il divieto vuole inoltre evitare possibili intralci ai soccorsi e ai lavori di ripristino in corso nelle zone più critiche.

I trasgressori, oltre a mettere a repentaglio la propria incolumità, rischiano una sanzione da 250 a 1500 euro.

I Comuni che hanno provveduto a emanare le ordinanze sono quelli che presentano le situazioni più critiche: negli altri territori permane comunque la raccomandazione di evitare comunque di transitare sugli argini di fiumi e canali.

Le ordinanze sono pubblicate sugli albi pretori e sui siti web dei singoli Comuni.