Eventuali esigenze di chiarimento o integrazione arriveranno attraverso indirizzi mail dedicati

Finisce oggi, 30 giugno 2023, il tempo a disposizione per presentare il primo dei due contributi finora varati in risposta agli eventi alluvionali di maggio, ovvero il Contributo di autonoma sistemazione (Cas); c’è invece tempo ancora fino al 30 agosto per l’acconto di 3mila euro stanziati come primi aiuti ai cittadini (Pac) che hanno subito danni alla propria abitazione principale.

Ad oggi nei Comuni della Bassa Romagna sono 2.300 le domande di Cas presentate e oltre 5.500 quelle relative ai primi aiuti, concentrate principalmente nei territori più colpiti di Bagnacavallo, Conselice, Lugo e Sant’Agata sul Santerno.

Le domande presentate sono in corso di verifica da parte del personale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna che provvederà, già a partire dalla prossima settimana, a trasmettere alla Regione Emilia-Romagna le domande di entrambi i contributi di coloro che risultano in possesso dei requisiti utili alla presentazione delle stesse.

Nel caso in cui invece servissero chiarimenti o integrazioni utili alla corretta valutazione della domanda, saranno inviate richieste di chiarimento agli indirizzi di posta elettronica indicati nella domanda tramite i seguenti indirizzi: cas@unione.labassaromagna.it (per il contributo di autonoma sistemazione); contributialluvione@unione.labassaromagna.it (per i primi aiuti ai cittadini).

Si ricorda infine che chi si trovava ancora fuori casa al momento della presentazione della domanda di Cas, deve comunicare via mail o tramite Pec all’indirizzo pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it eventuali modifiche delle proprie condizioni abitative entro 5 giorni, indicando il codice fiscale e il nominativo del richiedente, per adeguare il contributo in fase di erogazione.

Per informazioni o richieste di chiarimenti è possibile scrivere a alluvione@unione.labassaromagna.it, indicando la misura di aiuto di interesse e il codice fiscale del richiedente.