(Shutterstock.com)

Intervento di Polizia Locale e Carabinieri

La Polizia Locale di Ravenna, in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Marina Romea, in applicazione del protocollo d’intesa per il rafforzamento dei livelli di sicurezza nei locali di pubblico spettacolo voluto dalla Prefettura nel febbraio scorso, nella serata di mercoledì 12 luglio, intorno alle 23.30 è intervenuta presso uno stabilimento balneare di Marina Romea dove era stata allestita una vera e propria discoteca abusiva.

Posta sopra ad un palco in legno con tanto copertura sorretta da pali di sostegno, poi risultato abusivo, era presente una postazione con DJ che riproduceva musica.

L’area frequentata dagli avventori era illuminata da luci stroboscopiche gestite da un addetto alle luci, mentre la musica veniva diffusa da un sofisticato impianto di amplificazione.

Nell’area dello stabilimento balneare circa 400 giovani erano intenti a ballare benché lo stesso non fosse provvisto di alcuna autorizzazione allo scopo. Il titolare dell’attività non è stato inoltre in grado di esibire il certificato di collaudo e conformità degli impianti, il piano di sicurezza redatto da professionista abilitato e la documentazione relativa alla prevenzione del rischio incendi.

Tali mancanze daranno luogo all’irrogazione delle previste sanzioni per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza del locale adibito a pubblico spettacolo e il mancato rispetto delle norme sulle occupazioni demaniali. Il palco abusivo è stato sottoposto a sequestro. I fatti saranno segnalati ai competenti uffici comunali per l’emissione dei provvedimenti di diffida a svolgere pubblici trattenimenti che, in caso di inosservanza, potranno dare luogo alla sospensione dell’attività dello stabilimento.