Interventi straordinari sul territorio

Il Questore della provincia di Ravenna, Lucio Pennella, nelle giornate a cavallo del Ferragosto, ha predisposto una serie di controlli straordinari del territorio, con servizi mirati sia nel centro cittadino che lungo il litorale ravennate, finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori e dei reati in genere.

Tali servizi sono stati preceduti, sin dal 10 agosto, da ulteriori attività di pattugliamento, presidio e controllo del territorio con lo scopo precipuo di innalzare i livelli di sicurezza percepita sia dei residenti che dei vacanzieri, soprattutto nelle aree di maggiore aggregazione sociale e di afflusso turistico in provincia.

I controlli straordinari hanno visto lavorare in stretta sinergia tutte le componenti delle Forze dell’Ordine, così come disposto in sede di tavolo tecnico tenutosi in Questura, cui hanno presenziato i vertici provinciali delle FF.PP. e della sicurezza (118, Polizia locale, Comune). Non è mancato il contributo anche di ulteriori articolazioni e specialità di polizia come la Polizia Stradale, il Reparto Prevenzione e Crimine, i Carabinieri Forestali, l’Unità Cinofila della Guardia di Finanza, gli addetti al settore commerciale della Polizia locale, il ROAN della Guardia di Finanza.

Particolare attenzione è stata dedicata al litorale ravennate maggiormente interessato dalla “movida” nel suddetto periodo estivo, senza tralasciare – in città – i luoghi di maggiore assembramento quali parchi cittadini, centro storico, la stazione ferroviaria e soprattutto i giardini Speyer.

I medesimi servizi hanno riguardato anche il comprensorio faentino e lughese.

Nell’occasione, con l’ordinanza questorile è stato messo in campo un corposo apparato interforze di uomini e mezzi composto da:

171 unità della Polizia di Stato, 66 dei Carabinieri, 31 della Guardia di Finanza, 46 della Polizia Locale.

Sono stati effettuati numerosissimi controlli sia per il contrasto alla incidentalità sulle strade viarie di afflusso alle principali località balneari, di prevenzione e contrasto ai reati predatori, nonché controlli di tipo amministrativo presso i vari esercizi pubblici, stabilimenti balneari e strutture ricettive delle località turistiche; non sono mancati i servizi a presidio dei molteplici eventi programmati per il periodo ferragostano affinché gli stessi si svolgessero in una adeguata cornice di sicurezza.

Complessivamente, sono stati controllati 650 veicoli e identificate 900 persone, di cui una arrestata per resistenza a Pubblico Ufficiale ed un’altra denunciata a piede libero per danneggiamento aggravato di autovettura; altre due persone sono state segnalate amministrativamente per uso personale di sostanze stupefacenti con contestuale sequestro di 8 grammi di hashish.

Inoltre, le Volanti della Polizia di Stato hanno proceduto all’arresto di due persone per rapina aggravata in concorso.

I servizi posti in essere sulle principali arterie stradali hanno portato ad elevare nr. 11 contravvenzioni al Codice della Strada mentre 7 sono state le persone deferite per guida in stato di ebbrezza alcolica con conseguente ritiro della patente.

All’esito di tutti i controlli sono stati emessi dalla Divisione Anticrimine della Questura 7 fogli di via, 3 avvisi orali e 2 proposte di sorveglianza speciale e sono stati eseguiti, nei confronti di due cittadini extracomunitari non in regola con le norme in materia di immigrazione, due decreti di espulsione dal territorio nazionale.

Nell’ambito dell’attività di specifica, la polizia di Frontiera ha altresì proceduto al controllo dei passeggeri delle navi da crociera attraccate al terminal di Porto Corsini dove sono stati identificati numerosi turisti di diverse nazionalità.

Infine, si segnala che nell’ultimo quadrimestre, l’intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio ha fatto registrare un decremento dei furti in genere rispetto all’omologo periodo del 2022.