Toscano di 54 anni ha sottolineato il compito molto chiaro dell’Arma: “Vicinanza ai cittadini, collaborazione con le istituzioni e attenzione ai più deboli”

Il Col. Andrea Lachi è il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri di Ravenna. Insediatosi lunedì e subito impegnato nello sbarco della nave Life Support, si è presentato oggi, venerdì 29 settembre, alla stampa e ai cittadini: “Non conosco la città, ma questa sarà l’occasione per approfondire un territorio nuovo, particolarmente bello, e che dalle prime impressioni sembra fare il pari con l’ottima fama che lo accompagna”.

Il nuovo comandante ha sottolineato il lavoro fatto dal predecessore, il Col. Marco De Donno, con il quale ha avuto modo di dialogare conoscendo le criticità e gli interventi prioritari in programma, e l’importanza dei rapporti con la stampa e la popolazione.

“L’Arma dei Carabinieri – ha ricordato – prevede per i comandanti provinciali un compito molto chiaro: vicinanza ai cittadini, con al primo posto la capacità di ascoltare, collaborazione con le istituzioni e grande attenzione alle fasce più deboli della popolazione”.

Lachi ha poi concluso: “Intraprendo un incarico che mi gratifica e lo affronterò con grande passione, umiltà, e con tutto quel poco di esperienza professionale che posso avere”.

NUOVO COMANDANTE DEI CARABINIERI DI RAVENNA Colonnello Andrea Lachi

Il curriculum

Nato in Toscana 54 anni fa, sposato, con due figli, ha conseguito la laurea in Lettere con indirizzo classico presso l’Università degli Studi di Pisa.

Frequentatore, nel 1994, del 155° corso Allievi Ufficiali di Complemento, ha prestato servizio come Sottotenente di complemento presso la “Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri” di Firenze, con mansioni di comandante di plotone ed insegnante di “Polizie Europee comparate”.

Negli anni 1995-1996 ha ricoperto il ruolo di Comandante di Nucleo Operativo e Radiomobile e Comandante di Compagnia in s.v. presso la Compagnia Carabinieri di Ivrea (TO).

Negli anni 1996-1997 ha frequentato presso la Scuola Ufficiali Carabinieri il 31° Corso Applicativo, al termine del quale è stato destinato, come Comandante di Nucleo Investigativo di Reparto Operativo, al Comando Provinciale di Foggia. Dopo cinque anni in terra pugliese, dal 2002 al 2010 ha comandato le Compagnie di Norcia (PG) e Orvieto (TR), per tornare poi al comando di un Nucleo Investigativo: quello di Grosseto. Incarico retto fino al 2016, quando è rientrato alla Scuola Marescialli fiorentina, stavolta come Insegnante di “Tecniche Investigative” presso l’Istituto Professionale di Studi e come Capo Ufficio Personale.


LB