La delegazione, composta dai rappresentanti dei cinque gruppi Alpini di Bubbio, Sessame, Monastero, Loazzolo e Vesime, è stata ricevuta in Municipio dalla Sindaca

Sono arrivati dalle Langhe astigiane per consegnare i fondi raccolti nei mesi scorsi per aiutare i cittadini di Russi colpiti dall’alluvione. Questa mattina una delegazione composta dai rappresentanti dei cinque gruppi Alpini di Bubbio, Sessame, Monastero, Loazzolo e Vesime è stata ricevuta in Municipio dalla Sindaca Valentina Palli.

«Come era già accaduto in occasione del terremoto ad Amatrice – spiega il responsabile di zona dei gruppi alpini della Val Bormida, Mauro Carena -, abbiamo deciso di organizzare una cena di solidarietà pro alluvionati, con il coordinamento del Comune di Bubbio, che ha messo a disposizione gli spazi, mentre ognuno dei nostri gruppi ha preparato un piatto. E’ venuta tantissima gente. Questo ci ha consentito di raccogliere una cifra importante, che abbiamo deciso di consegnare in parte al Comune di Russi e in parte a singole persone in condizioni di oggettiva difficoltà, su segnalazione degli Alpini di Parma, che durante l’alluvione erano venuti in Romagna e nel faentino. Oggi siamo finalmente riusciti a venire a Russi per conoscervi e faremo tappa anche a Faenza. Il resoconto di questa giornata sarà pubblicato sul giornale della sezione Alpini di Asti e sui giornali della nostra valle per informare i cittadini che la consegna dei fondi è andata a buon fine».

«Negli ultimi 25 anni abbiamo avuto tre alluvioni nella nostra zona – aggiunge il Sindaco di Bubbio, Stefano Reggio, raggiunto in videochiamata – per cui siamo molto sensibili ai problemi che anche Russi si è trovata a vivere e sta vivendo. Con gli Alpini abbiamo sempre organizzato questo tipo di iniziative in occasione delle emergenze. Con Russi in precedenza non avevamo mai avuto contatti. Abbiamo scelto di destinare il ricavato proprio al Comune Russi per ringraziarlo dell’ospitalità data in maggio alla Protezione civile piemontese. Tutti i volontari, al rientro in Piemonte, ci hanno raccontato che a Russi sono stati accolti benissimo. Anch’io sono volontario della Protezione civile. Negli ultimi vent’anni abbiamo portato aiuti in occasione di una decina di grandi calamità, non solo in Italia, ma è stata la prima volta che in una emergenza così vasta abbiamo ricevuto un’ospitalità di questo tipo. Questo è il ringraziamento per tutto ciò che è stato fatto per i nostri volontari».

«Ringrazio infinitamente tutti voi – commenta la Sindaca Valentina Palli -. Durante l’emergenza abbiamo ospitato il convoglio della Protezione civile della Regione Piemonte e questo, al di là dell’aiuto concreto, ha permesso di stringere dei rapporti umani bellissimi nonostante la situazione tragica. Da maggio periodicamente ricevo telefonate da parte di chi è stato da noi, a breve riceveremo la visita del Sindaco di Barge (Cuneo). Tutte le risorse che abbiamo recuperato tramite le donazioni sono state destinate ai cittadini tramite una procedura più veloce e trasparente possibile, con un bando che è ancora aperto perché mano a mano che le risorse arrivano le manteniamo distribuite. Il Comune di Russi non ha tenuto per sé nemmeno un euro: tutto ciò che di pubblico è stato danneggiato dall’alluvione è stato sistemato con risorse pubbliche. Vi sono molto grata, perché tutto quello che avete fatto, viaggio incluso, non è scontato. Appena possibile arriveremo anche noi in Piemonte per portare la nostra gratitudine a tutte le vostre Comunità».