Una volante della Polizia di Stato (foto di repertorio)

Fermati a Marina Romea, sono stati segnalati per ricettazione, uno anche per porto di armi od oggetti atti ad offendere

La Polizia di Stato ha denunciato due minori degli anni diciotto per il reato di ricettazione, di cui uno anche per quello di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Verso le prime ore del mattino di mercoledì 11 ottobre, a Marina Romea, una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna ha rintracciato un’auto, che era stata da poco segnalata quale oggetto di furto.

I poliziotti dopo essersi avvicinati all’autovettura, che si trovava parcheggiata, hanno proceduto all’identificazione dei due passeggeri, i quali sono risultati entrambi minori degli anni diciotto.

Il conducente è risultato essere un cittadino straniero noto alle forze dell’ordine, in regola con le norme sul soggiorno, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna per il reato di ricettazione.

L’altro, cittadino italiano, nella cui disponibilità gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un cacciavite, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Del fatto venivano informati i rispettivi genitori e l’A.G. presso il predetto Tribunale, che disponeva nei confronti del minore extracomunitario la misura precautelare dell’accompagnamento presso un Centro di Prima Accoglienza.