Un atto importante, concreto e simbolico

Dopo il devastante tornado del 22 luglio sono stati recentemente piantati nuovi alberi nel parco delle scuole di Voltana grazie a una donazione del Rotary.

In occasione della “Festa degli Alberi” si è tenuta questa mattina una cerimonia di ringraziamento che ha visto la partecipazione delle alunne e degli alunni delle scuole con le loro insegnanti, della dirigente scolastica Federica Serenari, della presidente della Consulta Valeria Monti e dell’assessora all’Ambiente Maria Pia Galletti. Tutti insieme per ringraziare i membri del Rotary che hanno partecipato: Adriano Maestri del distretto 2072, Simonetta Zalambani presidente del Rotary di Lugo e il consigliere Bruno Pelloni. cittadino di Voltana che ha curato materialmente i dettagli della piantumazione.

Si tratta di 24 piante: tre Carpini, una Robinia, sei Pioppi cipressini, due Frassini, un albero di Tilia, cinque di Lagestroemia, due Prunus Pissardi, un Gelso, un Viburno, due Aceri.

La cerimonia ha visto la partecipazione attiva degli alunni e della presidente e del vicepresidente della Consulta dei ragazzi di Voltana recentemente eletti – Ilaria Bovo e Mattia Cardillo – che hanno letto pensieri sugli alberi e hanno accompagnato musicalmente la cerimonia. Sono state anche scoperte due targhe all’interno della scuola, una ricorda la donazione degli alberi e un’altra la donazione a cura del Rotary di Lugo delle strutture e degli accessori per la realizzazione di un orto didattico.

Un momento di “rinascita” per la presidente della Consulta Monti che dallo scorso luglio ha seguito passo passo il difficile ritorno alla normalità dopo il tornado.

“Un atto importante, concreto e simbolico insieme – per l’assessora Galletti -, sia dal punto di vista della didattica per l’importanza che si dà in questo territorio all’outdoor education sia per la funzione degli alberi che ci donano ossigeno e ombra. È bello che siamo tutti uniti da questa grande soddisfazione, quella di ricreare un parco che era andato distrutto. E’ molto importante anche la donazione dell’orto didattico che verrà installato a breve, un esempio altrettanto concreto di come ci si prende cura dell’ambiente”.

Adriano Maestri, del Rotary distretto 2072 ha spiegato: “Come Rotary dopo alluvione e tornado siamo intervenuti in particolare nelle scuole, nelle mense scolastiche, e non, nelle residenze per anziani e centri per disabili. Il nostro intervento non ha riguadato gli edifici ma gli arredi, le attrezzature e le piantumazioni di alberi. Questo per raggiungere l’obiettivo di essere complementari a ciò che le istituzioni possono fare ma di essere immediati nella realizzazione dell’intervento, come in questo caso a Voltana”.