Ripristinare il territorio dopo i numerosi danni subiti dall’alluvione

Sono tredici gli interventi di ripristino della viabilità danneggiata dall’alluvione, finanziati nei giorni scorsi per oltre 4 milioni di euro dal commissario per la ricostruzione Figliuolo, che verranno realizzati nel comune di Bagnacavallo nei prossimi mesi.

In questo ambito la Giunta comunale di Bagnacavallo ha già approvato, giovedì 23 novembre, due importanti progetti per un importo complessivo di oltre 500mila euro.

Il primo prevede un ulteriore intervento di pulizia di tutti i fossi e i canali di proprietà comunale interessati dagli eventi alluvionali di maggio, il secondo riguarda il rifacimento dal manto stradale della carraia Guerrini a Boncellino.

Si è deciso di partire da questi due interventi in quanto si tratta dei più urgenti, necessari per affrontare la stagione invernale.

Per quanto concerne gli altri undici progetti, che riguardano principalmente il rifacimento di strade ammalorate dall’alluvione nelle frazioni di Boncellino, Traversara e Villanova e nella zona artigianale/industriale di Bagnacavallo per un importo complessivo di oltre tre milioni e mezzo di euro, gli affidamenti dei lavori sono previsti nel corso del 2024.

«Già dalle prime settimane dopo l’alluvione – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Ravagli – abbiamo lavorato per preparare i progetti relativi al ripristino delle infrastrutture danneggiate, in modo da essere immediatamente pronti non appena la struttura commissariale ci avesse concesso i finanziamenti necessari e comunicato le procedure da seguire per gli affidamenti dei lavori.

L’approvazione dei primi interventi, che avviene a poche settimane dall’ordinanza che ha stanziato i contributi, conferma il grande impegno da parte del Comune di Bagnacavallo, nonostante le difficoltà, per ripristinare il territorio dopo i numerosi danni subiti dall’alluvione.

Effettuato il passaggio in Giunta comunale – conclude l’assessore – contiamo di poter affidare i primi due importanti progetti già nelle prossime settimane.»