POLIZIA, QUESTURA DI RAVENNA. Migliorie agli arredi delle stanze dedicate all’ ascolto delle vittime vulnerabili…

Presentate in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne le migliorie recentemente apportate alle sedute

In occasione dell’ormai prossima Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne, sono state rese pubbliche nella mattinata di ieri, giovedì 23 novembre, le migliorie recentemente apportate alle sedute della sala accoglienza delle vittime vulnerabili di cui è dotata la Squadra Mobile della Questura di Ravenna, che sono state finanziate dalla sezione ravennate dell’associazione “Soroptimist International d’Italia” nell’ambito del protocollo di collaborazione con la Polizia di Stato.

La sala accoglienza e le due sale di ascolto delle vittime vulnerabili fanno parte dell’area “Accogli, Ascolta e Aiuta”, inaugurata il 25 novembre 2014 e realizzata con progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Ravenna e con i contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, poi ristrutturata nel 2019 con progetto realizzato con il finanziamento del “Lions Club Ravenna Dante Alighieri”.

L’impegno e professionalità della Polizia di Stato nella delicata materia, si è ancor più concretizzato già dal 1998 quando, all’interno delle Squadre Mobili delle Questure, sono state istituite le Sezioni Specializzate che si occupano di Reati contro la persona, reati in danno di minori e reati sessuali; il setting appositamente realizzato, ed oggi migliorato, ha come obiettivo quello di creare un ambiente ad hoc per accogliere le vittime di violenza, e comunque consente di ricevere persone che vogliano confrontarsi con il personale preposto anche solo per ricevere consigli in tutte quelle situazioni la cui tempistica consenta di intercettare in tempo i disagi ed i pericoli, con conseguenti mirati interventi istituzionali anche a cura di tutti gli enti appartenenti alla rete antiviolenza.

Alla presentazione, il Vicario del Questore, dott.ssa Paola Liaci, ha accolto, oltre che le rappresentanti locali dell’associazione Soroptimist, il Sig. Prefetto della Provincia di Ravenna, Dott. Castrese DE ROSA, il Sig. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ravenna, Dott. Daniele BARBERINI, l’assessore del Comune di Ravenna, con delega alle politiche e cultura di genere, Dott.ssa Federica MOSCHINI, la presidente dell’associazione Linea Rosa di Ravenna, Dott.ssa Alessandra BAGNARA, e personale della sezione di Ravenna dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.