Massimo Cameliani alle celebrazioni a Ostia

Nel corso della manifestazione è stata deposta una corona al Sacrario alla Memoria dei Bonificatori Ravennati

139 anni fa i braccianti ravennati furono i protagonisti della bonifica del litorale romano e ieri a Ostia si sono svolte le celebrazioni in ricordo di questa storica impresa.

Dal 1984, anno del centenario, la cerimonia si svolge nella città laziale ed è organizzata dalla Cooperativa ricerca sul territorio di Ostia insieme alla Federazione delle cooperative di Ravenna per mantenere vivi il ricordo, lo studio e il senso storico di chi abita quei luoghi e dei visitatori.

Alla cerimonia, in rappresentanza del Comune, è intervenuto il presidente del Consiglio comunale Massimo Cameliani: “Nel 1884 i braccianti ravennati, con lo spirito di solidarietà e di comunità che li contraddistingue – ha evidenziato Cameliani – contribuirono alla bonifica dei terreni laziali per renderli produttivi. Durante il terribile evento alluvionale del maggio scorso, la cooperativa agricola braccianti di Piangipane ha permesso di allagare una parte dei propri terreni prossimi a Ravenna per impedire alle acque di raggiungere la città. Nei due eventi è possibile ravvisare una continuità ideale e storica che ci rende orgogliosi nonché fiduciosi nell’impegno ad individuare tutti insieme, enti, istituzioni, imprese e cittadini, le soluzioni utili a fronteggiare le nuove emergenze legate al cambiamento climatico”.

Era presente anche Lorenzo Cottignoli presidente della Federazione delle cooperative di Ravenna.

Nel corso della manifestazione è stata deposta una corona al Sacrario alla Memoria dei Bonificatori Ravennati e a seguire si è svolto l’incontro istituzionale nel salone Riario del Vescovado nel Borgo di Ostia Antica.