Per l’occasione è stato deposto un vaso di fiori al monumento ai caduti di Nassiriya

Mercoledì 29 novembre una delegazione della Protezione civile dell’Iraq ha visitato Sant’Agata sul Santerno, nell’ambito di una missione di formazione.

La delegazione irachena durante il proprio soggiorno avrà l’opportunità di conoscere da vicino il sistema italiano di protezione civile, per migliorare le modalità organizzative e operative della propria struttura.

Nel corso della visita la vicesindaca Lilia Borghi ha illustrato i danni subiti dal territorio comunale in seguito all’alluvione di maggio 2023.

Alla guida della delegazione, il tenente generale Jaffar Saddam Fhali Al Husseini, massimo responsabile della protezione civile irachena, con altri sette alti funzionari. La delegazione era accompagnata dal tenente colonnello Edoardo Eger del comando Nato training mission in Iraq.

Il generale ha deposto un vaso di fiori ai piedi del cippo che ricorda i caduti italiani e iracheni nel tragico attentato del 12 novembre 2003 a Nassiriya; in seguito ha consegnato la bandiera irachena alla vicesindaca, che ha assicurato l’esposizione della bandiera assieme a quella italiana durante le annuali cerimonie di ricorrenza.

«Ringrazio la delegazione irachena per la visita e per aver ricordato le vittime del tragico attentato del 2003 – ha dichiarato la vicesindaca Lilia Borghi – Sant’Agata sta vivendo un periodo molto delicato e queste visite sono anche un segno di vicinanza di altre comunità. Ci auguriamo inoltre che possa essere il primo passo per la nascita di nuovi scambi e amicizie».