POLIZIA QUESTURA DI RAVENNA. Donazione Siulp

Si tratta di una rara malattia cromosomica considerata dalla medicina tradizionale incompatibile con la vita a causa delle malformazioni organiche con cui nascono i bambini

Nella giornata di ieri, lunedì 12 febbraio, presso la Segreteria ravennate del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia, una delegazione composta da Alex CAMPA e Giovanni PIZZOLANTE della “PoliceSportiva del cuore SIULP”, unitamente al segretario generale provinciale del SIULP Herrol BENEDETTI insieme alla componente di segreteria Jennifer BAGIOLI, hanno incontrato Nicolò e la sua mamma Cristiana.

Nicolò è un ragazzino di 16 anni nato con la Trisomia 18, una rara malattia cromosomica considerata dalla medicina tradizionale incompatibile con la vita a causa delle malformazioni organiche con cui nascono questi bambini.

Grazie al lavoro instancabile di Cristiana, mamma e “care giver” a tempo pieno, Nico in questi 16 anni di vita ha avuto accesso a terapie innovative che gli hanno permesso di raggiungere traguardi impensabili come riconosciuto dagli stessi medici che lo hanno in carico.

Nicolò vive a Ravenna e non essendoci protocolli clinici e riabilitativi per questa malattia, fin dai suoi primi giorni di vita, sua madre ha dovuto lottare per assicurargli la sopravvivenza. Diversi e importanti gli interventi che ha dovuto affrontare ad oggi tra i quali due interventi al cuore alla nascita, un intervento chirurgico per ostruzione intestinale all’età di 4 anni, e quattro interventi agli arti inferiori.

Grazie alla determinazione e alla conoscenza di sua madre che ha trascorso gli ultimi anni alla ricerca di nuovi trattamenti all’avanguardia, la salute di Nicolò è notevolmente migliorata nel corso degli anni.

Avendo raggiunto una discreta autonomia motoria, ora la mamma di Nicolò si sta impegnando maggiormente sul fronte della riabilitazione cognitiva e delle autonomie.

La strada è ancora in salita sotto tanti aspetti ma Nicolò continua a contribuire con il massimo dell’impegno e sebbene tutto si realizzi e si svolga nei limiti delle sue capacità, le soddisfazioni sono tante, sia per Nicolò in prima persona, che per la sua mamma.

Il SIULP di Ravenna e la “PoliceSportiva del Cuore” quest’anno nell’ambito delle iniziative benefiche che tutti gli anni vedono questo binomio operare in favore del sociale, nel loro piccolo, per l’anno “2023” hanno deciso di donare a Nicolo’ una somma di denaro, con l’augurio che tante altre persone possano sostenere le cure e le sfide che attendono il “nostro” piccolo grande campione.