Demolizione del capanno a Punta Marina sulle dune fra il bagno Vela e bagno Wave
Demolizione di un capanno a Punta Marina sulle dune fra il bagno Vela e il bagno Wave

Sulle dune di Punta Marina fra il bagno Vela e il bagno Wave

Continua la demolizione di alcuni degli storici capanni balneari, che da decenni popolano le dune e le spiagge del litorale, da Lido di Classe a Casalborsetti, in seguito all’ordinanza del impone ai proprietari di liberare lo spazio demaniale.

Nella giornata di ieri, martedì 5 marzo, è stato demolito il capanno sulle dune di Punta Marina fra il bagno Vela e il bagno Wave.

L’ordinanza ha fatto scaturire grande malcontento in città in quanto i capanni sono considerati una vera e propria tipicità del paesaggio delle spiagge ravennati.

Nuove posizioni per ospitare e valorizzare i capanni

Il 27 febbraio la giunta comunale ha poi approvato una delibera con la quale è stata data disposizione al dirigente del servizio Tutela ambiente e territorio di produrre apposita Valutazione di incidenza ambientale al fine di individuare le posizioni concessionabili nel rispetto delle direttive comunitarie in materia di Aree Sic – Zsc e delle norme del Parco del Delta del Po; e al dirigente del servizio Sportello unico attività produttive – ufficio Demanio, di accogliere le indicazioni di tale Valutazione e predisporre un bando, previo nulla osta da parte di tutti gli enti che hanno competenza sul demanio marittimo, per l’individuazione di un soggetto giuridico senza fini di lucro, che mantenga viva la tradizione dei capanni balneari e si impegni in iniziative sociali e culturali come, a titolo indicativo e non esaustivo, la divulgazione di buone pratiche per la tutela e conservazione delle pinete, delle dune e delle spiagge della costa ravennate ed eventi dedicati alla cura e pulizia di questi luoghi, all’azzeramento del consumo di plastiche e contrasto alla dispersione di rifiuti con particolare attenzione ai mozziconi di sigarette.