Il Presidente della Onlus ravennate Il Terzo Mondo, Charles Tchameni Tchienga Charles Tchameni Tchienga durante il suo intervento alla Conferenza sulla Cooperazione Internazionale
Charles Tchameni Tchienga durante il suo intervento alla Conferenza sulla Cooperazione Internazionale

Il Presidente della Onlus ravennate Il Terzo Mondo, Charles Tchameni Tchienga: ” Un onore rappresentare le associazioni delle diaspore dell’Emilia-Romagna”

“Su invito della Dottoressa Barbara Lori, Assessora regionale alla cooperazione internazionale allo sviluppo, é stato un onore – scrive il Presidente della Onlus ravennate Il Terzo Mondo ODV, Charles Tchameni Tchienga – rappresentare le associazioni delle diaspore della Regione Emilia-Romagna durante la Conferenza sulla Cooperazione Internazionale organizzata dalla Regione Emilia-Romagna”. 

Tchameni nell’aprire il suo intervento ha ringraziato la Dottoressa Barbara Lori e la Regione Emilia-Romagna per l’invito e trasmesso alla platea i calorosi saluti delle istituzioni di Ravenna. Ha sottolineato poi l’importanza del modello di cooperazione internazionale allo sviluppo della regione Emilia-Romagna sulle associazioni delle diaspore. 

“Un modello basato sull’ascolto e sull’accompagnamento a 360° nella fase di realizzazione dei vari progetti – ha affermato Tchameni -. Poiché é un modello di prossimità che concede alle associazioni delle diaspore di esprimersi, farsi conoscere dalle autorità del paese di origine e soprattutto fare capire alla regione Emilia-Romagna che con le associazioni delle diaspore si dialoga con un interlocutore certo residente in Italia. Il modello di cooperazione internazionale allo sviluppo della regione Emilia-Romagna evidenzia quanto si proietta e si realizza ogni progetto insieme nei tempi indicati e con poche risorse”. 

Tchameni ha anche presentato l’ultimo progetto di cooperazione internazionale allo sviluppo CA.P.ACIT.À – Camerun, Possibilità, Accoglienza, Cittadini, Ascolto; appena concluso. 

Charles a accolto l’occasione per fare i complimenti a tutte le donne e uomini che “con cuore e professionalità lavorano al dipartimento regionale della cooperazione internazionale allo sviluppo. E soprattutto alla Giunta regionale che ha osato puntare su un modello di cooperazione internazionale allo sviluppo di prossimità, mettendo così al centro le associazioni delle diaspore della Regione Emilia-Romagna”. 

Nel concludere il suo intervento, in virtù degli ottimi risultati avuti in materia di cooperazione internazionale allo sviluppo, Tchameni si è augurato “la rielezione della giunta regionale attuale. Diversamente, si auspica che la nuova giunta, in materia di Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, possa partire da questo modello per garantire continuità al grande lavoro svolto in questi anni”. 

Hanno partecipato all’iniziativa anche il Presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini; Barbara Lori, Assessora regionale alla cooperazione internazionale allo sviluppo; Edmondo Cirielli, Onorevole Vice ministro degli affari esteri e della Cooperazione Internazionale; Giorgio Ficcarelli, Direttore della Sezione Cultura e Dialogo Interculturale all’interno della Direzione Generale per la Cooperazione Internazionale e lo Sviluppo della Commissione Europea a Bruxelles; Francesco Raphael Frieri, Direttore Generale alle Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni della Regione Emilia-Romagna; Caterina Brancaleoni, Responsabile del settore Coordinamento delle politiche europee, programmazione, riordino istituzionale e sviluppo territoriale, partecipazione, cooperazione e valutazione in Regione Emilia-Romagna; Mirella Orlandi, Responsabile delle attività di Cooperazione internazionale della Regione, su “La cooperazione internazionale dell’Emilia Romagna; Veronica Lenzi, Responsabile di Area Cooperazione Territoriale Europea e Cooperazione allo Sviluppo.