Condotto in Caserma l’uomo ha proseguito le sue condotte violente danneggiando la dotazioni delle camere di sicurezza

Nel pomeriggio di mercoledì 20 marzo, personale della Polizia Locale di Ravenna, nel corso dei quotidiani controlli al quartiere Isola San Giovanni e, in particolare presso i Giardini Speyer, a seguito di una segnalazione di una lite sulla pubblica via tra due persone, ha arrestato uno dei contendenti in flagranza di reato, cittadino marocchino, gravato da numerosi pregiudizi di polizia, per resistenza a pubblico ufficiale – essendosi opposto al controllo scagliando una bicicletta nei confronti degli operanti – nonché per rifiuto di fornire le proprie generalità ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Condotto presso la Caserma di piazza Mameli, la persona ha proseguito nella propria condotta violenta provocando danni alle dotazioni delle camere di sicurezza (rottura dei lavabi e dei relativi miscelatori), motivo per il quale è stato altresì denunciato per danneggiamento aggravato.

Nelle medesime circostanze in cui è maturato l’arresto, convalidato dall’Autorità Giudiziaria che ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella Provincia di Ravenna, l’altra persona partecipante alla lite, anch’egli cittadino marocchino pluripregiudicato, è stato denunciato in stato di libertà per inosservanza delle norme sulla permanenza dello straniero e per porto, senza giustificato motivo, di oggetti atti ad offendere in quanto sorpreso, durante le fasi dell’identificazione, nel tentativo di disfarsi di uno storditore elettrico.

Controlli antidroga

Ieri pomeriggio, nell’ambito dei servizi volti a prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti hanno rinvenuto in piazza Garibaldi un borsone, all’interno del quale, oltre ad indumenti, era presente un barattolo di vetro contenente 6,46 grammi di marijuana, poi sottoposta a sequestro. Sono in corso accertamenti per risalire al detentore del borsone, anche attraverso l’analisi dei filmati del sistema di video sorveglianza comunale.

Di seguito il personale operante ha sorpreso, nell’area verde “Teresa Gambi” sita in via Mura San Vitale, un cittadino italiano nell’atto di fumare una sigaretta auto costruita contenente tabacco frammisto a marijuana. La persona, risultata in possesso di un’altra piccola quantità della stessa sostanza stupefacente che teneva occultata in un calzino, verrà segnalata, in relazione alla condotta accertata, alla locale Prefettura.

Infine, nella mattinata odierna, in via Sant’Agata, è stata individuata una minorenne italiana mentre stava fumando uno “spinello”. La giovane, sottoposta a perquisizione, è stata trovata in possesso di ulteriori 0,90 grammi di hashish. Riaffidata alla madre dopo gli adempimenti di legge, sarà anch’ella segnalata alla Prefettura di Ravenna.