Riunione in Prefettura
Riunione in Prefettura

Rafforzati i controlli per la settimana santa e le festività ebraiche

Dopo l’attentato di Mosca, sulla base delle Direttive pervenute dal Ministro dell’Interno, sono stati innalzati nel corso del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica riunitosi stamattina in Prefettura a Ravenna i livelli di attenzione nei confronti di obiettivi sensibili del territorio provinciale, anche in vista delle celebrazioni per la settimana Santa e delle prossime festività ebraiche”, queste le parole del Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa al termine della riunione a cui hanno partecipato il Vice Sindaco di Ravenna, i vertici territoriali delle Forze di Polizia, Capitaneria di Porto, R.O.A.N, Polizia Stradale, Ferroviaria e Postale, Polizie Locali e Provinciale.

Sono state aggiornate le Pianificazioni che prevedono un’azione coordinata di tutte le Forze di Polizia, dei Servizi di Specialità e delle Polizie Locali, con l’obiettivo di garantire, soprattutto in via preventiva, dispositivi di vigilanza e sicurezza calibrati in relazione al livello elevato della minaccia terroristica e nel contempo contrastare con maggiore efficacia i fenomeni di micro-criminalità.

In particolare il Comitato ha stabilito che saranno controllati in modo capillare i luoghi dove si svolgeranno cerimonie religiose e di culto di altre confessioni, nonché le località turistiche che saranno particolarmente affollate sia della Riviera come Cervia, Milano Marittima, Marina di Ravenna, Punta Marina e gli altri luoghi dei lidi ravennati, nonché i siti d’arte e musei del capoluogo e della Provincia che registrano le maggiori concentrazioni di persone. Inoltre saranno attenzionati anche i parchi di divertimento come “Mirabilandia” dove è prevista l’apertura proprio in occasione delle imminenti festività pasquali.

Abbiamo raccomandato – ha dichiarato il Prefetto De Rosa – la massima visibilità del personale in servizio allo scopo di incrementare la percezione di sicurezza dei cittadini anche attraverso unità specializzate di primo intervento come le Squadre UOPI della Polizia di Stato e le SOI dell’Arma dei Carabinieri”.

Un significativo supporto verrà dalle Polizie Locali e dalla Polizia Provinciale soprattutto in ambito urbano e nei luoghi di massimo affollamento per prevenire ogni eventuale turbativa per la sicurezza pubblica.

Anche l’area portuale, i siti ferroviari e le reti del trasporto pubblico saranno attenzionati in quanto luoghi particolarmente sensibili ed esposti a rischio.

Anche da parte della Capitaneria di Porto e del R.O.A.N. della Guardia di Finanza saranno elevati i servizi a tutela sia della sicurezza marittima che lungo la fascia costiera.

Per quanto concerne le arterie stradali ed autostradali della Provincia, soprattutto nelle giornate festive e nelle fasce orarie e lungo le tratte viarie maggiormente esposte a maggiore rischio di congestionamenti ed incidenti (SS.16 Adriatica, Diramazione A14, SS. 309 Romea, E45, SS. 253 San Vitale, SP 302R Faentina) opererà la Polizia Stradale con servizi aggiuntivi delle Polizie Locali e Provinciale.

Sono state poi allertate al massimo livello le attività informative ed investigative, allo scopo di mantenere costante il flusso di conoscenze tale da poter intercettare con tempestività eventuali segnali di potenziale rischio e criticità con possibili ricadute sull’ordine pubblico e sulla sicurezza collettiva.

Per questo il Prefetto ha chiesto il massimo supporto da parte della Polizia Postale e delle Comunicazioni e degli altri Servizi di Specialità, in particolare della Polizia Ferroviaria, nei settori di rispettiva competenza, anche con riferimento al monitoraggio dei siti web, allo scopo di prevenire eventuali organizzazioni di raduni o feste illegali e, per quanto attiene agli scali ferroviari, per prevenire l’eventuale commissioni di reati predatori.

Le misure predisposte nel Comitato sono in stretta correlazione con quanto deciso nei giorni scorsi dal Comitato Nazionale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica e richiedono un innalzamento al livello massimo delle misure di vigilanza e sicurezza a tutela di tutti gli obiettivi a “rischio”.

Contestualmente l’attività di controllo del territorio, già rafforzata in questo periodo in riferimento ai luoghi a maggiore vocazione turistica sia del litorale che nei siti d’arte, sarà potenziata in ragione del contesto internazionale e per questo il Comitato ha effettuato un’accurata ricognizione di tutti gli obiettivi d’interesse, raccomandando agli operatori che saranno in servizio la massima attenzione riferendo ai vertici su ogni circostanza ritenuta critica.

Sono misure – ha concluso il Prefetto di Ravenna – a scopo precauzionale e in linea con il contesto nazionale ed internazionale, nessun allarmismo quindi, ma solo massima allerta a scopo preventivo per scongiurare ogni possibile situazione di “rischio” che possa compromettere queste giornate di festività sia sulle strade sia nei luoghi di aggregazione.”