Piazza Baracca - Porta Adriana (foto di repertorio)

Resteranno in vigore dal 1 aprile fino al 31 ottobre 2024

Si rinnovano, a partire da lunedì 1 aprile, le due ordinanze finalizzate a migliorare il decoro e la vivibilità nella zona di piazza Baracca e Porta Adriana. Entrambe resteranno in vigore fino al 31 ottobre 2024.

La prima ordinanza prevede, nella fascia oraria compresa tra le 18 e le 8, per gli esercizi commerciali, artigianali e pubblici esercizi, il divieto di vendita di bevande alcoliche o superalcoliche, anche se effettuata tramite distributori automatici. Il divieto non si applica nelle aree attrezzate e di pertinenza degli esercizi pubblici o degli esercizi artigianali. È inoltre esclusa dal divieto la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche che, per qualità, quantità, prezzo, modalità di confezionamento, non hanno l’attitudine al consumo immediato e sul posto, ma sono chiaramente destinate a una mescita successiva. È infine vietato il consumo di alimenti e bevande su scalinate, marciapiedi e arredi urbani.

La seconda ordinanza prevede invece il divieto di consumo di alimenti e bevande in genere, forniti in bottiglie di vetro e lattine, oltre all’abbandono di bottiglie di vetro, lattine e contenitori al fine di evitare pregiudizi e danni al decoro urbano e ambientale, oltre che a possibili pericoli per l’incolumità e la sicurezza delle persone.

Sono ammesse deroghe in concomitanza con particolari eventi di interesse per la cittadinanza, previa autorizzazione del sindaco e sentito il comando di Polizia locale.

Le zone di applicazione, per entrambe le ordinanze, sono viale Baracca dopo l’intersezione con via Oberdan, piazza Baracca, Porta Adriana e tratto iniziale di via Maggiore, ricompreso tra Porta Adriana e le circonvallazioni via Fiume Montone Abbandonato e via San Gaetanino, e il tratto iniziale di via Cavour, ricompreso tra Porta Adriana e le vie Barbiani e Fanti.

Le sanzioni pecuniarie previste dalla prima ordinanza vanno da 150 a 450 euro, mentre quelle previste dalla seconda da 200 a 500 euro.