Una due giorni per scoprire le dinamiche interne all’Unione europea e dialogare sul ruolo delle sue istituzioni in relazione ai bisogni degli enti territoriali

Nelle giornate del 9 e 10 aprile si è svolta la visita alle istituzioni europee organizzata dall’Unione delle Province d’Italia (Upi) – sezione dell’Emilia Romagna. Un’occasione di conoscenza sulle politiche comunitarie e i loro meccanismi, oltre che di confronto a livello istituzionale, grazie alla quale è stato possibile presentare le istanze dei territori.

La delegazione, in rappresentanza degli enti locali dell’Emilia Romagna, ha visto la partecipazione di presidenti di Provincia, consiglieri, sindaci, dirigenti e funzionari degli enti locali degli Uffici Europa, tra cui la responsabile del Servizio Europa e Progettazione strategica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Valentina Caroli.

La visita è stata l’occasione per approfondire i processi decisionali dietro alle politiche europee, fondamentali per indirizzare l’azione europea verso le istanze dei territori, soprattutto in vista delle nuove programmazioni.

La delegazione ha visitato la sede del Parlamento europeo, dove sono state illustrate le sfide politiche che attendono l’Unione europea.

A seguire, presso la sede della delegazione della Regione Emilia-Romagna a Bruxelles, sono stati condivisi gli esiti del progetto della ricostituzione degli Uffici Europa nelle Province, illustrato dal presidente e dalla direttrice dell’Upi Luana Plessi.

Con esperti della commissione Eu – Direzione generale Politica regionale e urbana, sono stati affrontati invece i temi legati ai fondi strutturali e alla politica di coesione, condividendo le opportunità e le criticità riguardanti il sistema dei finanziamenti.

La delegazione infine ha raggiunto la sede del Comitato europeo delle Regioni, dove i suoi funzionari ne hanno illustrato il funzionamento e hanno promosso i programmi per avvicinare gli amministratori locali all’Unione europea.