Una immagine dei soccorsi intervenuti per recuperare il ciclista volato nella scarpata nel casolano

Un 69enne riolese è stato protagonista di una brutta caduta: salvato dal personale del Saer

Rottura della clavicola e trauma toracico sono queste le conseguenze di una brutta caduta in bici da parte di un 69enne di Riolo Terme che stava percorrendo un sentiero in MTB con un amico. 

L’episodio è avvenuto in località Poggiolo, nel comune di Casola Valsenio, lungo il sentiero che da Monte Cece porta a località Poggiolo. L’uomo era in compagnia di un amico quando ha perso il controllo della bici finendo sbalzato per circa 3 metri in una scarpata. Il compagno ha immediatamente lanciato l’allarme ai soccorsi tramite l’app GeoresQ, che permette di inviare un allarme direttamente al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, comunicando posizione e percorso. In un primo momento è stato attivato anche l’elisoccorso che poi è stato fatto rientrare perché i tecnici della stazione di Monte Falco del Soccorso Alpino sono riusciti ad arrivare sul posto recuperando l’infortunato, posizionarlo su barella portantina e infine caricarlo sul mezzo fuoristrada. La strada per arrivare al luogo dell’incidente presenta una viabilità particolarmente difficoltosa a seguito dell’alluvione che ha aggravato lo stato del manto stradale ed è quindi percorribile solo con un mezzo fuoristrada. I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna stazione monte Falco hanno così trasportato il paziente fino al punto in cui è riuscita a giungere l’ambulanza del 118 da Riolo Terme che ha poi preso in carico l’uomo per portarlo all’ospedale di Faenza.