EX SAROM. Cominciata la demolizione della seconda torre hamon

Prosegue velocemente lo smantellamento voluto da Eni

Hanno preso il via ieri, mercoledì 17 aprile, le operazioni di demolizione della seconda delle torri Hamon, nella zona ex-Sarom, oggetto dello smantellamento voluto da Eni e che nelle scorse settimane ha creato diverse polemiche.

Prosegue quindi velocemente l’intervento voluto da Eni e ritenuto necessario “e non rimandabile anche per ragioni di sicurezza, vista la vetustà e lo stato di conservazione delle torri che risultano interessate da fenomeni di disgregazione con possibile caduta di calcinacci, fenomeno ben visibile e già in essere”.

L’abbattimento è anche connesso alla realizzazione del progetto di un parco fotovoltaico per la produzione di energie rinnovabili per il Porto, ed è stato contestato nelle scorse settimane da alcuni cittadini, che rivendicano il valore storico delle due torri.

Tra le proposte lanciate c’era stata anche quella di salvare solo una dei due residuati industriali, ma con l’inizio della seconda demolizione anche questa ipotesi sembra tramontare.

EX SAROM. Cominciata la demolizione della seconda torre hamon