(Shutterstock.com)

La partita è in programma domenica 21 aprile alle 15 allo stadio “Benelli”

In occasione della partita Ravenna F.C.-Certaldo, valida per il campionato di calcio di serie D e in programma nella giornata di domani, domenica 21 aprile, allo stadio “Benelli” di Ravenna, alle 15, sono state disposte sia modifiche alla viabilità, sia il divieto di somministrare, di vendere e di consumare bevande in vetro e in lattine. Si tratta, come affermato in una nota della società sportiva ravennate, di provvedimenti utili sia a favorire lo svolgimento sereno del match, sia a tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, prevenendo episodi di intemperanza che potrebbero verificarsi da parte delle due tifoserie.

Le modifiche alla viabilità

Tre ore prima dell’inizio della gara e un’ora e mezza dopo la fine della partita, la viabilità sarà modificata, continua la nota. Di seguito, i provvedimenti presi in merito al match Ravenna F.C.-Certaldo, in programma nella giornata di domani, domenica 21 aprile, allo stadio “Benelli” di Ravenna, alle 15:

  • divieto di transito per tutti i veicoli e divieto di sosta, con zona rimozione, per tutti i veicoli nel piazzale posto in corrispondenza dell’area d’intersezione tra via Cassino e tra via Sighinolfi
  • aree di prefiltraggio costituite da via Sighinolfi, nel tratto terminale, in prossimità dell’intersezione con via Cassino con relativo piazzale adiacente, e nell’area in prossimità di via dei Bersaglieri; e da via punta Stilo, nel tratto compreso tra via dei Bersaglieri e tra via El Alamein, con divieto di transito per tutti i veicoli e con divieto di sosta, con zona rimozione, per tutti i veicoli. Saranno, invece, consentiti il transito e la sosta ai veicoli autorizzati dai funzionari addetti alla sicurezza ed all’ordine pubblico e, al termine delle operazioni di sfollamento dei tifosi, ai veicoli addetti all’effettuazione delle operazioni di pulizia
  • in via punta Stilo, nel tratto compreso tra viale Berlinguer e tra via dei Bersaglieri; in via dei Bersaglieri, ne tratto compreso tra via Sighinolfi e tra via San Mama; in via Montelungo; e in via Anzio, divieto di transito e divieto di sosta, con zona rimozione per tutti i veicoli, eccetto residenti e autorizzati. Saranno, invece, consentiti il transito e la sosta ad altri veicoli autorizzati dai funzionari addetti alla sicurezza e all’ordine pubblico e, al termine delle operazioni di sfollamento dei tifosi, ai veicoli addetti all’effettuazione delle operazioni di pulizia
  • in via punta Stilo, in prossimità dell’intersezione con viale Berlinguer, rimozione temporanea dei dissuasori di transito e di sosta, e collocazione provvisoria di transenne
  • istituzione, tre ore prima dell’inizio della gara e fino a un’ora e mezza dopo la fine del match, del divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti, e divieto di sosta con zona rimozione per tutti i veicoli. Saranno, invece, consentiti il transito e la sosta ai veicoli autorizzati dai funzionari addetti alla sicurezza e all’ordine pubblico e, al termine delle operazioni di sfollamento dei tifosi, ai veicoli addetti all’effettuazione delle operazioni di pulizia, in via Montanari, nel tratto compreso tra via Cassino e tra via Nervesa; in via Stelvio, nel tratto compreso tra via Cassino e tra via Nervesa; in via punta Stilo, nel tratto compreso tra via Cassino e tra via Nervesa; in via monte Nero, per l’intera estensione; in via Cassino, nel tratto compreso tra via Marzabotto e tra via San Mama; ed in via Sighinolfi, nel tratto compreso tra viale Berlinguer e tra via dei Bersaglieri

Infine, per effetto dei provvedimenti, prosegue la nota della società bizantina, in via punta Stilo, in via Montelungo e in via Anzio, verrà istituito il doppio senso di circolazione.

Il divieto di somministrare, di vendere e di consumare bevande in vetro o in lattina

I provvedimenti legati al divieto di somministrare, di vendere e di consumare bevande o in vetro o in lattina entreranno in vigore due ore prima dell’inizio della gara e l’ora immediatamente successiva alla fine del match, con le violazioni che prevedono sanzioni tra i 200€ ed i 400€, aggiunge la nota.

Infatti, per i titolari degli esercizi pubblici di somministrazione bevande, degli esercizi commerciali e dei chioschi artigianali di piadina, nella zona ricompresa all’interno dell’area delimitata dalle vie San Mama, nel tratto compreso tra viale Berlinguer e tra via Montenero; in via Montenero; in via Montanari, nel tratto compreso tra via Montenero e tra via Cassino; in via Cassino, nel tratto compreso tra via Montanari e tra via Marconi; in via Marconi, nel tratto compreso tra via Cassino e tra viale Berlinguer; e in viale Berlinguer, nel tratto compreso tra via Marconi e tra la rotonda Irlanda, è vietato somministrare e vendere per asporto, bevande alcoliche con gradazione superiore al 5% di volume, nonché anche di altre bevande contenute in lattine ed in bottiglie di vetro ed altri contenitori atti ad offendere. Inoltre, continua la nota del club giallorosso, è altresì vietato il consumo e la detenzione per il consumo, di bevande con contenuto alcolico superiore al 5% di volume, così come anche di quelle con gradazione inferiore al 5% di volume e di bevande in generale, se contenute in bottiglie di vetro, in lattine ed in altri contenitori atti a offendere.

Infine, conclude la nota, per i titolari degli esercizi pubblici di somministrazione bevande, per i titolari degli esercizi commerciali e per i titolari dei chioschi artigianali di piadina, nell’area delimitata da via San Mama, nel tratto compreso tra la rotonda Irlanda e tra via Lametta; in via Lametta, nel tratto compreso tra via San Mama e tra via Podgora; in via Podgora, nel tratto compreso tra via Lametta e tra via Montanari; in via monte San Michele; in viale Randi, nel tratto compreso tra via monte San Michele e tra via Pascoli; in viale Berlinguer, nel tratto compreso tra via Marconi e tra la rotonda Irlanda; ed in in via Ravegnana, dal civico 151 al civico 357, è vietato vendere le bevande attraverso l’utilizzo di bottiglie e di bicchieri di vetro, di lattine e di altri contenitori atti ad offendere, con le violazioni che prevedono sanzioni tra i 200€ e i 400€.