Riconoscimento assegnato ai Comuni ciclabili dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta

C’è anche Russi tra le circa 60 città italiane che il 16 aprile hanno ricevuto la bandiera gialla 2024 per la 7ª edizione di FIAB-ComuniCiclabili, il riconoscimento della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (FIAB) – già assegnato dal 2017 a oggi a 180 città – che valuta e attesta l’impegno dei territori italiani nel promuovere la ciclabilità come modello di mobilità sostenibile, scelta fondamentale per il buon esito della transizione virtuosa delle nostre città.

Russi, assieme al Comune di Soave, ha ottenuto un punteggio di 2 «bike smile» su un massimo di 5.

I primi 42 riconoscimenti di città a misura di bicicletta per l’anno 2024 erano già stati assegnati da FIAB nell’evento di apertura dello scorso febbraio, mentre la cerimonia di chiusura è prevista entro l’estate, con la consegna delle ultime bandiere gialle.

«La rete dei ComuniCiclabili – dichiara Alessandro Tursi, Presidente FIAB – cresce ancora, grazie al consolidato rapporto di collaborazione e fiducia tra FIAB e le amministrazioni sul territorio. Le migliori innovazioni nel nostro Paese arrivano dalle comunità locali, che esprimono sempre di più il desiderio di cambiare in meglio lo spazio delle proprie città. Siamo felici di poter accompagnare le amministrazioni in percorsi virtuosi per lo sviluppo di una mobilità sostenibile e ciclabile».

Il progetto

FIAB-ComuniCiclabili è un progetto di FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta nato sette anni fa per stimolare le amministrazioni locali nello sviluppo di politiche di mobilità ciclistica: scelte fondamentali per il buon esito della transizione virtuosa delle nostre città. Il riconoscimento attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di un’analisi oggettiva dei molteplici aspetti che interagiscono con la bicicletta quale mezzo di trasporto sostenibile. Quattro le aree di valutazione: mobilità urbana (ciclabili urbane/infrastrutture, moderazione traffico e velocità), governance (politiche di mobilità urbana e servizi), comunicazione & promozione, cicloturismo.

Punto di forza dell’iniziativa è la verifica diretta, da parte di esperti e tecnici di FIAB-ComuniCiclabili, delle dichiarazioni fornite dai comuni che si candidano. Questo permette di fornire una valutazione oggettiva del grado di ciclabilità del singolo territorio, ma soprattutto di instaurare una proficua relazione con l’amministrazione e accompagnare ogni comune in un virtuoso percorso di costante miglioramento.

Il punteggio assegnato è indicato con il simbolo dei «bike smile» sulla bandiera gialla di FIAB ComuniCiclabili consegnata al comune insieme al «documento di valutazione» in cui, oltre alle motivazioni, sono riportati utili suggerimenti per l’amministrazione locale in merito a scelte da intraprendere e interventi da attuare per migliorare nel tempo il livello di ciclabilità già raggiunto.

Ogni anno, infatti, FIAB verifica lo stato di tutti i comuni in rete e rinnova il punteggio assegnato, adeguandolo ai passi compiuti dalla singola amministrazione.

L’iniziativa è patrocinata da: Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ECF-European Cyclists’ Federation, ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, Associazione dei Comuni Virtuosi, ALI-Autonomie Locali Italiane, Città in Bici, World Cycling Alliance e WWF.

Maggiori informazioni: www.comuniciclabili.it, info@comuniciclabili.it.