Sara Cantagalli
Sara Cantagalli (foto di repertorio)

Ondata di solidarietà per aiutare i suoi genitori a realizzarli

“Stamattina la chemio di Sara non si è svolta ed è stato deciso di non farla più. L’equipe medica ci ha comunicato che non c’è più nulla che si possa fare, la sua malattia purtroppo fa resistenza anche alla chemio e appesantire questa terapia servirebbe solo a farla stare ancora di più male”.

L’aggiornamento scritto su GoFundMe il 18 aprile da Mattia Cantagalli, papà della piccola Sara, è quello che i tantissimi donatori e tutti coloro che si erano appassionati, negli ultimi mesi, alla storia della bambina di Faenza affetta da neuroblastoma non avrebbero mai voluto leggere. 

La solidarietà però non si è fermata e per esaudire i suoi desideri sono stati raccolti, solo sulla piattaforma, 95mila euro.

“Faremo passare tutto il tempo che Dio vorrà concederle, facendola divertire e portandola nei posti che desidera, perché questo è tutto ciò che umanamente noi possiamo fare”, ha scritto il padre. 

Così su Facebook è stata stilata una lista dei desideri della piccola, che già sta iniziando a realizzare: un giro a cavallo, Disneyland, Gardaland, l’acquario di Genova. In migliaia – vip e gente comune – si stanno mobilitando per aiutarla a esaudire tutti i suoi sogni di bambina. 

Sulla piattaforma di raccolta fondi sono arrivate 2.700 donazioni, accompagnate da messaggi di affetto. Si può contribuire al link https://www.gofundme.com/f/per-la-piccola-sara-malata-oncologica