VIALE GALILEI. In Viale Galilei: a tutela della pubblica incolumità necessario l’abbattimento di una parte degli alberi (Pioppi) presenti

Secondo le indagini strumentali di Azimut manifestano sintomi e difetti significativi, tali da mettere in pericolo la pubblica incolumità

Nell’ambito dei monitoraggi periodicamente svolti da Azimut per conto del Comune, finalizzati a valutare le condizioni degli alberi comunali sulla base di quanto indicato nel contratto per la manutenzione del verde pubblico, è stato riscontrato che in viale Galilei molti alberi manifestano sintomi e difetti significativi, riscontrati in una prima fase con il controllo visivo e avvalorati poi dalle indagini strumentali, tali da far ritenere che la sicurezza sia ridotta al punto che qualsiasi intervento di riduzione del livello di pericolosità risulterebbe insufficiente. 

Visto il consistente traffico veicolare e pedonale del viale il livello di rischio risulta non accettabile e diventa perciò necessario intervenire effettuando l’abbattimento degli alberi, 62 pioppi cipressini, in quanto diversamente l’incolumità dei cittadini non può essere garantita. 

Il Comune ricorda che i monitoraggi sono affidati ad un tecnico esterno specializzato nell’analisi della stabilità degli alberi. Da tali monitoraggi scaturiscono le indicazioni utili ai fini della definizione degli interventi da eseguire su ogni singola pianta: potature (rimonda del secco, potatura di riduzione ed altre), consolidamenti e, nel caso la valutazione evidenzi criticità estreme, l’abbattimento.

Gli esami della stabilità si basano su una metodologia denominata Vta (Visual tree assessment), che mette in relazione l’aspetto meccanico con quello biologico. La valutazione tende a mettere in analisi la resistenza del legno e di conseguenza la possibilità di schianto.

Il metodo è basato sull’analisi delle singole parti in relazione alle condizioni ambientali di crescita e alle caratteristiche fisiche del sito d’impianto, e viene accompagnato da un’analisi strumentale qualora il professionista lo ritenga indispensabile.