Arrestati anche per resistenza a pubblico ufficiale, saranno allontanati dal Comune di Ravenna

Nella serata di ieri, martedì 14 maggio, la Centrale Operativa ha ricevuto la segnalazione da un cittadino che dichiarava di aver visto due soggetti rovistare e asportare generi alimentari dal frigorifero posto nell’area cortilizia della propria abitazione, per poi allontanarsi.

Immediatamente intervenuti, gli agenti hanno notato nei pressi dell’appartamento un’autovettura con il motore acceso, all’interno della quale era presente il conducente che destava sospetto; lo stesso si presentava nervoso e poco collaborativo nei confronti dei poliziotti, al punto tale da opporre resistenza.

Nelle vicinanze, un’altra pattuglia delle Squadre Volanti ha notato un secondo soggetto la cui descrizione corrispondeva a quella resa dalla vittima, il quale stava cercando di raggiungere la predetta autovettura, ma alla vista degli agenti tentava inutilmente la fuga venendo bloccato poco dopo dai poliziotti.

Assicurati i due cittadini stranieri, veniva intercettato un terzo uomo, il quale indossava gli stessi abiti descritti dalla parte offesa.

Per tali episodi i soggetti intercettati sono stati indagati e due arrestati per furto in abitazione. Inoltre gli aggressori venivano arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

In data odierna il Tribunale di Ravenna ha convalidato l’arresto e ha disposto per tutti l’obbligo di dimora presso il comune di residenza.

Nei loro confronti, inoltre, su proposta della Divisione Anticrimine, il Questore di Ravenna Lucio Pennella ha disposto la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno per tre anni dal Comune di Ravenna.