L'arrivo della Life Support il 10 aprile scorso
L'arrivo della Life Support il 10 aprile scorso (foto di repertorio)

Definiti in Prefettura i dettagli operativi per l’arrivo della Nave Ong Sea Eye

Si è svolta in Prefettura la riunione di coordinamento convocata dal Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa per organizzare lo sbarco e l’accoglienza dei 52 migranti a bordo della Nave Ong Sea Eye battente bandiera Tedesca.

Si tratta di 46 uomini adulti e 6 minori (di 16 e 17 anni) di cui 4 non accompagnati.

Le nazionalità sono Siria (26), Bangladesh (19), Palestina (4), Pakistan (1), Marocco (1), Egitto (1).

Lo sbarco avverrà sabato prossimo 25 maggio alle ore 18 presso la banchina di Fabbrica Vecchia di Marina di Ravenna, essendo indisponibile quella del Terminal di Porto Corsini per la presenza di una nave da crociera.

Con pullman della Croce Rossa Italiana le 52 persone saranno poi trasferite al Pala De Andrè dove si svolgeranno le visite sanitarie speditive e tutti gli adempimenti di polizia (identificazione e fotosegnalamento) e dei servizi sociali del Comune di Ravenna.

I migranti saranno poi ripartiti tra le varie province della Regione Emilia Romagna secondo il seguente piano: Bologna 12 (fra cui i 4 minori non accompagnati), Ferrara 3, Forlì Cesena 7, Modena 8, Parma 4, Piacenza 3, Reggio Emilia 6, Rimini 4, mentre 5 rimarranno a Ravenna nei CAS della Provincia. Le 52 persone raggiungeranno i luoghi di destinazione con mezzi dei gestori dei vari centri di accoglienza di Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna che verranno a prelevarli direttamente al Pala De André, mentre saranno accompagnati dalla Croce Rossa a Bologna quelli destinati al capoluogo emiliano, Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia (in totale 33).

Si tratta dell’undicesimo arrivo di migranti per il Porto di Ravenna e complessivamente saranno sbarcate, a partire dal primo avvenuto il 31 dicembre 2022, 1191 persone.