Migliorare la sicurezza del traffico veicolare

La giunta del Comune di Lugo ha datto il via libera al progetto di fattibilità tecnica e economica per la realizzazione della rotatoria che sarà posta all’intersezione tra viale De’ Brozzi, via Bedazzo e via Crociarbasso. L’obiettivo di questa infrastruttura è quello di migliorare la sicurezza del traffico veicolare, favorendo l’immissione da e verso via Bedazzo del traffico pesante proveniente o diretto in autostrada. Proprio in considerazione di quest’ultimo aspetto, il raggio della rotatoria sarà ampio e pari a 50 metri. L’investimento complessivo per la realizzazione dell’opera è pari a 700 mila euro.

La rotatoria presenta molti vantaggi, in particolare dal punto di vista della sicurezza perché i punti di conflitto tra le traiettorie delle veicoli sono molto minori rispetto a un’intersezione a raso. Inoltre la rotatoria impone la diminuzione della velocità lungo l’asse principale di viale De’ Brozzi e facilita il passaggio e l’immissione dei flussi che transitano lungo gli altri due rami (via Bedazzo e Crociarbasso); offre la possibilità di inversione di marcia senza compiere manovre pericolose e non consentite. Per pedoni e ciclisti la rotatoria migliora la possibilità di percorrenza di questi all’intersezione con le vie Bedazzo e Crociarbasso e non modifica l’attuale percorribilità della pista ciclabile presente sul lato nord di viale De’ Brozzi.

La nuova rotatoria migliorerà le condizioni di traffico anche a servizio della vicina zona artigianale dove insiste via L. Gessi, una delle strade che saranno oggetto degli interventi di manutenzione straordinaria deliberati dalla giunta assieme alla parte carrabile del sottopasso di via Felisio e alla parte circolare della rotatoria di via di Giù/ via Piratello. In particolare il futuro intervento, previsto nel mese di luglio, interessa solo la carreggiata di via Gessi, nel tratto da via Bedazzo allo scolo consorziale Casale con operazioni di scarifica e posa in opera di nuovo manto stradale e intervento sui chiusini esistenti per metterli in quota.