Il Generale in città per presenziare al 106° della morte dell’Asso dei cieli

A rendere gli onori all’eroe lughese Francesco Baracca, è arrivato in città il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale Squadra Aerea Luca Goretti, accompagnato per tutta la visita dalla neo Sindaca Elena Zannoni e dal Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa.

L’Aeronautica Militare è un’eccellenza che il territorio ha conosciuto anche in situazioni di emergenza, com’è successo nel maggio dello scorso anno. “Non potevamo non essere presenti – dichiara il Generale Goretti, ricordando i giorni dell’alluvione in Bassa Romagna -. In quei primi tre drammatici giorni abbiamo soccorso quasi trecento cittadini che erano appesi a qualsiasi cosa potesse evitare loro di essere travolti dalle acque, recuperati sugli alberi o sulle parti più alte delle case. Fortunatamente abbiamo il 15° Stormo di Cervia con gli elicotteri HH139 che ci hanno chiamati dalle prefetture per intervenire. È un servizio che garantiamo da sempre e in tutta Italia”.

“Siamo onorati e felici della presenza costante dei vertici dell’Aeronautica alle celebrazioni di Francesco Baracca – dichiara la Sindaca Elena Zannoni – personaggio affascinante, carismatico e molto amato dai cittadini lughesi. Per questo vogliamo continuare a sviluppare le attività del Museo a lui dedicato per conservarne la memoria e farlo conoscere alle nuove generazioni.”

Alla cerimonia ha partecipato anche l’Assessora Martina Piva del Comune di Nervesa della Battaglia, dove domenica scorsa 16 giugno si sono svolte le celebrazioni di Francesco Baracca, alla presenza del Generale Luca Goretti e della Sindaca di Lugo Elena Zannoni.

Il programma di appuntamenti «Volate a Lugo!» si è articolato nelle giornate di mercoledì 19 e giovedì 20 giugno. La presentazione del libro Silvio Scaroni. L’asso che divenne Generale, di e con Paolo Varriale, ha dato il via alle iniziative della prima giornata. All’esposizione è seguita una visita guidata speciale condotta dallo stesso Varriale e da un corteo di moto che si è spostato dalla piazza al museo, per poi proseguire fino al cimitero monumentale, dove si trova la tomba della famiglia Baracca. La prima giornata è terminata con un concerto della Banda musicale della Città di Imola.

A concludere le commemorazioni, dopo l’incontro in Sala giunta della Rocca Estense, è stata deposta una corona d’alloro ai piedi del monumento dedicato a Francesco Baracca opera di Domenico Rambelli e la visita è proseguita al Museo dedicato all’eroe, con una tappa finale alla tomba al cimitero.