Taxi
(foto Shutterstock.com)

Pubblicato il bando

È stato pubblicato al seguente link https://bit.ly/4cAGmTX il bando con il quale saranno assegnate sei nuove licenze di taxi, di cui due destinate all’impiego di mezzi attrezzati per il trasporto di disabili gravi con necessità di incarrozzamento.

In particolare, il valore delle licenze sarà di 90mila euro per il rilascio della licenza di tipologia ordinaria e di 76mila e 500 euro per il rilascio della licenza destinata a veicoli appositamente allestiti per il trasporto di persone con disabilità gravi con necessità di incarrozzamento. Inoltre, il rilascio delle nuove licenze sarà vincolato all’utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale, secondo le disposizioni in vigore dell’Unione europea. Ulteriori caratteristiche si trovano sul bando sempre al link https://bit.ly/4cAGmTX dove è possibile scaricare anche il modulo di domanda con il quale è obbligatorio fare istanza di partecipazione al concorso. Le domande vanno trasmesse via Pec, inderogabilmente entro e non oltre le 13 del 16 settembre 2024, all’indirizzo attivitaeconomiche.comune.ravenna@legalmail.it riportando nell’oggetto la dicitura “Bando pubblico – 6 licenze taxi a titolo oneroso di cui n.2 riferite a veicolo attrezzato anche per il trasporto di disabili gravi con necessità di incarrozzamento – anno 2024”.

La commissione di concorso, valutata la regolarità delle istanze presentate, convocherà gli ammessi via Pec per sostenere la prova consistente in un esame orale oppure in un test attitudinale che verterà sulle seguenti materie: Codice della strada; toponomastica dell’area urbana del comune di Ravenna; conoscenza della lingua italiana; tecniche di primo soccorso; normativa in materia fiscale, amministrativa e civilistica del settore.

“Stiamo dando una risposta concreta – dichiara l’assessora al Commercio Annagiulia Randi – alla carenza di taxi a Ravenna, un problema tangibile e annoso, e alle esigenze di una città in forte sviluppo come la nostra. L’impegno, nei confronti della cittadinanza e delle associazioni di categoria, di mettere a bando le nuove licenze entro la metà del 2024, dopo un approfondito e condiviso percorso di analisi della situazione e ricerca della miglior soluzione possibile, in seno al consiglio comunale e alla commissione consultiva, è pressoché rispettato. Una promessa mantenuta che siamo certi sarà una valida risposta alle necessità di mobilità di cittadini, lavoratori e turisti”.