Dante Alighieri (foto di repertorio)

Grande scalpore nel mondo culturale per la notizia dell’imponente mostra Dantesca che si terrà a Forlì nel 2021 in collaborazione con gli Uffizi di Firenze e per l’annullamento a causa Covid di Dante 2021 a Ravenna

Ravenna è famosa in tutto il mondo per le sue meraviglie artistiche, storiche e culturali, fra le quali spiccano come una punta di diamante le “memorie Dantesche” di cui è esclusiva custode.
Grande scalpore nel mondo culturale che è stato scosso dalla notizia della mostra che, nel 2021 si terrà a Forlì in occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, in collaborazione con gli Uffizi di Firenze i quali presteranno per l’occasione dipinti di importanti autori.
Il clamore è aumentato poi all’annuncio che, nel 2020, l’annuale rassegna ravennate Dante 2021 la quale, dal suo principio nel 2011, rende omaggio al Sommo Poeta con eventi, mostre, incontri e letture è stata annullata per via delle restrizioni dovute al Covid-19.
L’unione di queste due notizie ha scatenato così tanti malcontenti da diventare un caso di rilevanza nazionale.
A occuparsi della questione è stato anche uno dei più noti giornali nazionali: “Il Venerdì di Repubblica” che, con un articolo, interviene sull’attuale situazione delle celebrazioni dantesche sottolineando molteplici preoccupazioni.
Ravenna ripone quindi le sue speranze in una ricca programmazione per il tanto atteso 2021, settimo centenario della morte del Sommo Poeta, augurandosi degne celebrazioni che rendano onore a Dante Alighieri e alla città che ne conserva le spoglie.