Ripartono nel rispetto dei protocolli per l’emergenza Covid-19 le visite al gioiello neoclassico di Pistocchi

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza ha il piacere di comunicare che a partire da sabato 3 ottobre 2020 ripartiranno le visite guidate al Teatro Comunale “Angelo Masini”, realizzate in collaborazione con Pro Loco Faenza, nel rispetto dei protocolli per l’emergenza sanitaria in corso.

Fino alla data di sospensione delle visite guidate a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, erano state numerose le visite guidate e culturali di gruppi organizzati provenienti da città limitrofe, che già si stavano attivando per ripetere l’esperienza.

Dal 3 ottobre il Teatro sarà regolarmente aperto al pubblico per le visite guidate tutti i sabati mattina dalle ore 10.30 alle ore 12.30, offrendo così a cittadini e turisti la possibilità di conoscere e ammirare questo vero e proprio gioiello dell’architettura neoclassica, progettato dall’architetto faentino Giuseppe Pistocchi.

Proprio alla luce del fatto che il Teatro si è immediatamente inserito tra le attrattive più visitate della città, affiancando le tradizionali visite al Museo Internazionale delle Ceramiche e a Palazzo Milzetti, la volontà dell’Amministrazione Comunale è di confermare questa esperienza per far sì che si consolidi un nucleo attrattivo per la città, che valorizzi il percorso dedicato al Neoclassico all’interno del patrimonio culturale e museale.

A sottolineare l’importanza e preziosità del Teatro Masini, si ricorda anche il suo inserimento all’interno della Strada Europea dei Teatri Storici (ERHT – European Route of Historic Theatres), che collega centoventi fra i teatri storici più preziosi e meglio conservati d’Europa. La Strada Europea si articola in dodici strade nazionali, tra cui la North Italian Route di cui fanno parte altri prestigiosi teatri italiani, quali il Teatro Olimpico di Vicenza, il Teatro all’Antica di Sabbioneta, il Teatro Scientifico Bibiena di Mantova ed altri sette teatri storici del nord Italia.

L’accesso alla visita guidata avverrà come in precedenza tramite lo IAT – Pro Loco di Faenza (Voltone Molinella, 2) per l’acquisto del biglietto (€ 4,00, ridotto € 3,00 per under 18, over 65, gruppi min 10 persone, universitari muniti di tessera, gratuito per bambini e ragazzi 0-14 anni e gratuità di legge), da dove si proseguirà per la visita con ingresso dalla biglietteria del Teatro.

Informazioni: Servizio Cultura del Comune di Faenza (tel. 0546 691663) e IAT-Pro Loco in Voltone Molinella, 2 (tel. 0546 25231).

Il Teatro Masini (1787)

Costruito su progetto dell’architetto Giuseppe Pistocchi e decorato con statue e bassorilievi in stucco di Antonio Trentanove, il teatro comunale “A. Masini” di Faenza è un raffinato esempio di teatro all’italiana ed uno dei più significativi dell’architettura neoclassica. La costruzione iniziò nel 1780, proseguì ininterrottamente fino al 1783 e si completò nel 1787.

Il teatro, inaugurato il 12 maggio 1788, comprende, oltre la platea, quattro ordini di palchi e la galleria. La ricchezza di soluzioni sia architettoniche sia decorative rendono il Masini una delle sale più armoniose ed eleganti d’Italia. Il palcoscenico ha una pendenza del 7% che consente un’ottima prospettiva visiva da ogni punto della platea.