Il libro ripercorre la prima fase della pandemia

Martedì 9 marzo ore 21.00 e venerdì 13 marzo ore 18.00 il Gruppo Fotografia Aula 21 presenterà la sua prima pubblicazione, QUATTROMURA. L’edizione, completamente dedicata alla Fase 1 della pandemia da Covid-19, è frutto del lavoro degli ultimi mesi di 20 ragazzi dell’Associazione tra i 16 e i 22 anni. La pubblicazione, edita Tipografia Faentina, si apre con il primo tentativo dell’Associazione di comporre un reportage, dedicato in questo caso agli anziani. Successivamente, alle parole unite alle foto, QUATTROMURA lascia spazio a sole fotografie, che raccontano esclusivamente il periodo passato in casa. In prefazione, un commento della Professoressa Gloria Ghetti, docente di Storia e Filosofia al Liceo Torricelli Ballardini di Faenza. La Professoressa sarà ospite durante la presentazione del 9 marzo. Entrambe le presentazioni saranno svolte online, in diretta Facebook e Instagram, sui canali dell’Associazione.

Qui riportato il commento in quarta di copertina, che riassume il significato e il valore che QUATTROMURA assume.

Dentro le nostre quattro mura, durante il
lockdown, ci siamo trovati tutti, nessuno
escluso. Angoli di passioni, quotidianità
rinnovate, timori e insoliti passatempi. Le
mura delle nostre case hanno racchiuso
varie sfumature di noi, differenti da quelle
dei vicini, anche se fuori il virus colpiva
tutti ugualmente. Sfaccettature così
diverse, ma per certi aspetti cosi simili.
Noi ragazzi del Gruppo Fotografia Aula
21, dando vita alla nostra prima pubblica-
zione, QuattroMura, vogliamo lasciare un
ricordo di come abbiamo vissuto questo
pezzo di Storia e di come hanno trascor-
so lo stesso periodo le persone che
abbiamo incontrato e ascoltato. Quaran-
tineStories è un racconto che mostra
qualche dettaglio di noi e delle nostre vite
mentre eravamo dentro casa. Abbiamo
scattato fotografie a oggetti quotidiani,
ma quasi dimenticati, che hanno assunto
un grande valore. Invece, ai miei tempi
non cera il covid, è un connubio di parole
e immagini: le voci degli anziani e le
nostre impressioni tradotte in fotografie.
Il reportage é nato dal desiderio di
ascolto dei soggetti apparentemente più
fragili della società, che raccontavano la
loro frazione di vita durante la quarante-
na, ma che si sono rivelati, in molti casi,
maestri di serenità. Dentro le nostre
quattro mura abbiamo provato ad
ascoltare noi stessi, guardarci intorno e
riscoprire gli altri.

QUATTROMURA sarà reso disponibile al pubblico attraverso un prezzo consigliato. L’edizione sarà consegnata al domicilio. Per prenotazioni ed informazioni, contattare il 3465208788 o [email protected]