Il bassorilievo raffigurante Dante realizzato da Pietro Lombardo nel 1483 (foto di repertorio Shutterstock.com)
Il bassorilievo raffigurante Dante realizzato da Pietro Lombardo nel 1483 (foto di repertorio Shutterstock.com)

Domenica 28 marzo una nuova tappa per il percorso dantesco: “Il legame tra Ravenna e Dante: luoghi, suggestioni, celebrazioni”.

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante e in occasione del Dantedì che ricorre oggi, giovedì 25 marzo, Wisits, portale di visite interattive on line, ha deciso di programmare e promuovere una sezione specifica di tour intitolata “Anno Dantesco”: esattamente come Virgilio, le guide sono pronte a condurre i partecipanti attraverso i luoghi legati al Sommo Poeta, alle sue vicende personali e alla Divina Commedia.

“Il portale Wisits – dichiara l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – nasce per dare la possibilità ai viaggiatori e aspiranti viaggiatori di familiarizzare con le destinazioni, accompagnati da guide turistiche qualificate: un’esperienza che non si pone come alternativa al viaggio stesso ma come attività complementare. L’appuntamento dedicato a Ravenna, a 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, vuole essere una suggestione di viaggio, per decidere di venire a Ravenna, quando si potrà viaggiare”.

Domenica 28 marzo alle 18 nel calendario di Wisits una nuova tappa per il percorso dantesco: “Il legame tra Ravenna e Dante: luoghi, suggestioni, celebrazioni”. La visita sarà illustrata dalla guida locale Serena e dedicata ai luoghi più significativi, alla straordinaria vicenda delle ossa di Dante e alla persistenza della sua figura nell’immaginario collettivo, anche attraverso opere contemporanee di arte urbana.