La straordinaria violoncellista Erica Piccotti in duo con Elisa Tomellini inaugura la nuova kermesse musicale di fine estate della città del Pavaglione dal 26 agosto al 12 settembre

Sarà l’archetto magico della violoncellista Erica Piccotti, astro nascente del concertismo internazionale, a inaugurare domani giovedì 26 agosto alle 21 al Chiostro della Collegiata, in duo con la pianista Elisa Tomellini in musiche di Schumann, Rachmaninov e Piazzolla, il nuovo festival ROSSINI OPEN: una kermesse estiva di fine estate ricca di 19 appuntamenti sparsi per la città fino al 12 settembre con la partecipazione di oltre cento artisti, con la quale riprende ufficialmente la sua attività il Teatro Rossini di Lugo, ancora fisicamente chiuso per il protrarsi dei lavori di ristrutturazione iniziati poco prima della pandemia.

Dunque inaugurazione con Erica Piccotti, 22 anni, romana, ormai una star internazionale, che si è già esibita al fianco di Mario Brunello, Mischa Maisky, Salvatore Accardo, Bruno Canino, Augustin Dumay, Gidon Kremer, Bruno Giuranna, Itamar Golan, Louis Lortie, Andrea Lucchesini, Antonio Meneses, Sir András Schiff. Nel gennaio 2020 ha ricevuto il Premio ICMA (International Classical Music Awards, assegnato da una giuria di rappresentanti della stampa internazionale) come “Young Artist of the Year”, con la motivazione: “Erica Piccotti è già, a soli 20 anni, una straordinaria promessa del violoncello: il suo suono caldo e vellutato, unito ad una sorprendente abilità tecnica, permettono alla sua naturale sensibilità musicale di fluire con grazia e spontaneità. Ascoltando la musica di Erica è facile lasciarsi andare a confronti con i grandi violoncellisti del passato, poiché la sua maturità artistica è molto superiore alla sua giovane età”.

Attiva come solista con le più grandi orchestre europee e con un contratto d’oro con Warner Classics, Erica Piccotti si esibirà per la prima volta in duo con la pianista genovese Elisa Tomellini, nota per la sua speciale grinta musicale e per l’indole per le grandi imprese extramusicali: dopo un periodo sabbatico di quattordici anni dedicato a esplorare e scalare montagne in molte località del mondo, Elisa Tomellini nel 2015 torna al concertismo debuttando al Kennedy Center di Washington e al Gewandhaus di Lipsia e l’ 8 luglio 2017, sul ghiacciaio del Colle Gniffetti sul Monte Rosa, corona il suo sogno di suonare per la Montagna, dopo esservi salita a piedi, stabilendo anche il record del concerto per pianoforte più alto al mondo a quota 4.460 metri. Le due artiste, all’apparenza così diverse, ma accomunate da una grande dedizione al virtuosismo strumentale, si incontreranno a Lugo sulle note struggenti dei 5 Pezzi nello Stile Popolare op. 108 di Robert Schumann, della tardoromantica Sonata op. 19 di Sergej Rachmaninov (contenente una delle più commoventi composizioni dell’autore, il celebre Andante) e Le Grand Tango di Astor Piazzolla, composto nel 1982 per il grande violoncellista Mstislav Rostropovich dal compositore argentino di cui si celebra quest’anno il centenario della nascita.

Venerdì 27 agosto alle 21, sempre nel quattrocentesco Chiostro della Collegiata, sarà poi la volta di un recital di canto di uno dei più grandi e popolari tenori italiani, Fabio Armiliato, per l’occasione in duo col pianista Roberto Barrali, in un ricco programma di romanze e arie d’opera dal titolo “Da Verdi a Puccini, da Caruso a Piazzolla”. Un impaginato appositamente studiato per ROSSINI OPEN, nel quale il sessantaquattrenne tenore genovese, che è stato per 16 anni al fianco di Daniela Dessì, intende omaggiare quello che fu il più grande tenore del suo tempo, l’immortale Enrico Caruso, a cent’anni esatti dalla sua scomparsa a 48 anni. Armiliato attingerà a piene mani dal repertorio di Caruso, a cominciare dalle canzoni napoletane (Manella mia, Core ’ngrato, Torna a Surriento) e le canzoni d’autore di Francsco Paolo Tosti Tosti, per concludere con i brani vocali più famosi di Astor Piazzolla e Carlos Gardel.

Sabato 28 agosto debutto in città per la violinista svizzera Maristella Patuzzi in duo col noto pianista Andrea Bacchetti, impegnati in musiche di Tartini (Sonata “Didone abbandonata”) Mozart (Sonata KV 301), Bartók (Danze Rumene) e Pablo de Sarasate (Zigeurnerweisen e Carmen Fantasy). Un programma ideale e variegato per mettere in evidenza le doti musicali di questa importante interprete che a soli 11 anni registrò la Tzigane di Ravel nel programma TV “Paganini”, che ha poi studiato con Mark Kaplan, Sergej Krilov e Carlo Chiarappa, si è esibita in tutto il mondo e ha inciso per Decca, Brilliant e Dynamic. Eccola ora al fianco di Andrea Bacchetti, ex bambino prodigio, un passato da ospite televisivo nei programmi di Piero Chiambretti, apprezzato internazionalmente per le sue incisioni bachiane per BMG/Sony.

Domenica 29 agosto ROSSINI OPEN proporrà due appuntamenti musicali: un concerto aperitivo alle ore 11 nel Cortile della Rocca Estense con i migliori allievi della Scuola di Musica Malerbi: i pianisti Matteo Bragonzoni nelle 3 Romanze op. 28 di Schumann, Federico Seguirini in pagine di Beethoven e Chopin, e Sebastiano Koebler nello Scherzo n. 2 di Chopin e nella Toccata op. 11 di Prokof’ev.

La sera alle 21 in Piazza Baracca davanti al Monumento di Francesco Baracca, l’atteso spettacolo “A qualcuno piace Fred”, omaggio a Fred Buscaglione con Peppe Servillo, Natalio Mangalavite, Javier Girotto, Lorenzo Cimino ed il Quintetto d’archi del Lerici Music Festival, con gli arrangiamenti di Lorenzo Cimino.

Fred Buscaglione il 23 novembre compirebbe cento anni. Se ne andò a soli 38 il 3 febbraio 1960 in un incidente stradale, ma il suo mito resiste e la sua opera di geniale cantautore ante litteram al tempo dello swing all’italiana è continuamente studiata e riproposta. “A qualcuno piace Fred”, originale titolo del suo ultimo spettacolo, è ripreso dall’eclettico Peppe Servillo, per un inedito concerto-omaggio con la partecipazione straordinaria di grandi musicisti quali Javier Girotto al sax, Natalio Mangalavite al pianoforte, Lorenzo Cimino alla tromba e Matteo Cidale alla batteria.

Il costo dei biglietti è di 10 euro (posto unico), tranne i due concerti del 29 agosto che sono a ingresso libero. Per quello serale in Piazza Baracca (“A qualcuno piace Fred”) è necessaria la prenotazione online del posto sul sito www.vivaticket.com

Vendita dei biglietti online sul sito www.vivaticket.com, presso gli uffici della Fondazione Teatro Rossini, Via Emaldi 47, dal martedì a sabato dalle 10 alle 12 e la sera dello spettacolo ai rispettivi desk dei luoghi di spettacolo.