Il laboratorio si terrà giovedì 9 e venerdì 10 settembre; al termine, le opere saranno incendiate con un evento aperto al pubblico

Continuano a Villanova di Bagnacavallo gli appuntamenti con “Terrena – Land art in Bassa Romagna sulle tracce di Dante”. Giovedì 9 e venerdì 10 settembre all’Ecomuseo delle erbe palustri si terrà il laboratorio di Nicola Genco intitolato “Empìreo negato”.

Nelle due giornate, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, i partecipanti costruiranno nove paia di ali con trama di filo di ferro rivestito con carta bianca riciclata e fissata su una struttura a tre piedi in legno. “Le nove ali rappresentano i nove cieli o angeli che chiudono allo sguardo umano la visione di Dio – spiega Nicola Genco -. Il nostro antropocentrismo ci nega il raggiungimento dell’equilibrio del creato, stiamo alterando la visione celestiale dell’ordine naturale delle cose”.

Nicola Genco è nato a Putignano (Bari) nel 1959, dove tuttora vive e lavora. Illustratore, designer, scultore, in tutte le sue creazioni è sempre palese l’interesse per i diversi aspetti della natura, così come il rapporto vivo e forte con la materia; frammenti di mondi diversi attraverso la sintesi creativa danno vita a opere d’arte caratterizzate dalla ibridazione di più materiali. Ha presentato le sue opere in diverse manifestazioni e rassegne di arte contemporanea in Italia e all’estero, in molti musei pubblici e gallerie private.

Una volta completate, le ali saranno disposte in un cerchio del diametro di circa 10 metri e saranno incendiate. L’evento conclusivo, aperto a tutti, sarà venerdì 10 settembre alle 21, con ritrovo presso l’Ecomuseo, in via Ungaretti 1.

Il laboratorio è aperto a tutti e per iscriversi è possibile contattare l’Ufficio Turismo dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna al numero 0545 280898 (da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 12.30, sabato anche dalle 15 alle 18) o inviare una mail a [email protected]

L’ultimo appuntamento con Terrena sarà ad Alfonsine domenica 12 settembre per l’inaugurazione dell’opera di Francesco Arena “UNCIELO”.

Terrena – Land art in Bassa Romagna sulle tracce di Dante è un progetto realizzato dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna – Settore Governance e Comunicazione, Sviluppo e Progetti strategici, con il patrocinio del Ministero della Cultura, con il contributo de La Cassa di Ravenna e in collaborazione con Olfattiva Srl di Massa Lombarda, Isia Faenza Design & Comunicazione e l’Accademia delle Belle arti di Ravenna. L’organizzazione di Terrena è affidata all’associazione UnconventionART di Roma, sotto la direzione artistica di Carlo Palmisano e la curatela dello storico dell’arte Giuseppe Capparelli.