Da oggi, giovedì 18, fino al 21 novembre relatori scientifici di primaria importanza e testimonial del mondo della musica fra i quali Eugenio Bennato, Pietra Montecorvino, Ambrogio Sparagna

Da oggi, giovedì 18, a domenica 21 novembre, il Teatro Alighieri di Ravenna ospita la XIII edizione di “La Voce Artistica”, corso internazionale di foniatria e logopedia che nel corso degli anni è diventato sempre più un “festival” dedicato alla voce, abbinando aspetti medico-scientifici a momenti di testimonianza e di spettacolo di livello assoluto.

Un’iniziativa che porta ormai a conoscere Ravenna come “capitale” di queste tematiche, anche perché ogni edizione dell’iniziativa richiama in città centinaia di esperti italiani e internazionali: sia medici ed esperti scientifici, provenienti da ogni parte del mondo, sia cantanti, attori e vocal coach di enorme fama, che hanno il ruolo di testimonial e di dimostratori.

Una massiccia presenza che comporta anche un significativo indotto per il comparto della ricezione turistica, per di più in bassa stagione.

La rassegna ha come curatore scientifico Franco Fussi, che ne è stato l’ideatore e da sempre ne rappresenta l’anima. A lui si uniscono i due preziosi responsabili artistici, ovvero Albert Hera e Gegè Telesforo. “La Voce Artistica” è organizzata da Ravenna Incoming con la compartecipazione dell’assessorato alla Cultura del Comune.

“La riconosciuta professionalità a livello internazionale del dottor Franco Fussi, gli ospiti e i relatori di grande livello fanno di questo convegno, che ha saputo sempre offrire un interessante mix tra scienza e spettacolo, un appuntamento unico nel panorama della foniatria e della logopedia mondiale – dichiara l’assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia –. Inoltre, sonda e sperimenta sempre nuove tematiche applicate all’uso della voce nei moltissimi stili musicali, ma anche in ambiti professionali diversi. Una ricchezza di spunti che ben si colloca a Ravenna, città musicalmente e vocalmente ricettiva”.

Il tema base di questa edizione sarà il Mediterraneo, come filo conduttore di stili ed espressioni vocali diverse ma in qualche modo apparentate fra loro. A fare da prestigiosi testimonial di questa tematica saranno fra gli altri – nel pomeriggio di oggi – due grandi nomi della “vocalità napoletana” come Eugenio Bennato e Pietra Montecorvino. Fra gli ospiti di sabato 20, invece, sarà presente il grande fisarmonicista Ambrogio Sparagna, con due interventi diversi: uno dedicato alla taranta, l’altro a “Dante cantato dai pastori”, nell’ambito di una sessione pomeridiana dedicata al Sommo Poeta, in occasione del settecentesimo anniversario della morte.

Oltre ai numerosi appuntamenti di approfondimento vocale e musicale, l’evento avrà come sempre un fondamentale valore scientifico, con diversi temi affrontati dalle relazioni dei professionisti presenti: fra questi, una sessione sulle problematiche della voce negli insegnanti e nei bambini e una su riabilitazione e didattica del canto moderno e teatrale.

Infine, il Teatro Alighieri ospiterà anche due serate di spettacolo, gratuite e aperte al pubblico su prenotazione fino ad esaurimento posti: venerdì 19, The Barry’s in concerto; sabato 20, “I fonemi primordiali del Mediterraneo”, Spettacolo a cura di Gegè Telesforo e Albert Hera Introduzione “Mascagni e il Mare” – Solisti della Mascagni Academy: Katerina Kotsou, Massimo Salotti, Maya Quattrini con Elephant Claps, Francesca della Monica, Marco Francini, Gianna Montecalvo, Daniele Paganelli e Luca Perciballi, Israel Varela, Daniela Spalletta e Seby Burgio.