Questa mattina l’inaugurazione

Comune di Lugo, Cna e Istituto Professionale Manfredi si alleano nel nome della tradizione motoristica lughese e della formazione degli studenti dell’Istituto Professionale. Questa mattina, all’interno dell’istituto, ha preso il via la mostra permanente sulla vita e l’opera di Fabio Taglioni, realizzata in occasione del centenario della nascita dell’ingegnere di Lugo, storico progettista delle moto Ducati. I pannelli che già si sono potuti ammirare nell’occasione della mostra dedicata a Taglioni nella Rocca di Lugo, sono ora nel corridoio a piano terra dell’Ipsia Manfredi assieme a due esemplari di moto Ducati, in esposizione eccezionale per oggi.

L’obiettivo di questa mostra, a finalità educativa per gli studenti, è quello di sottolineare che un progetto valido e ben studiato può diventare un progetto comune. I pannelli parlano di tanti aspetti della vita di Taglioni e dei suoi passatempi preferiti come coltivare orchidee, oltre che delle sue opere come la “Marianna”, monocilindrica capofila di una lunga generazione di modelli da strada e da pista, che fu opera del suo genio: dalla presentazione della Ducati 750 GT alla vittoria della mitica prima 200 Miglia di Imola.

La mattinata si è arricchita di un’occasione prettamente formativa: l’incontro degli studenti delle classi quarte e terze con Livio Lodi, curatore del museo Ducati di Bologna, che ha raccontato il suo lungo percorso con la grande azienda bolognese, dall’ingresso come operaio fino al museo che ha interamente realizzato. Una testimonianza, quella di Lodi, per raccontare agli studenti quanto la passione sia fondamentale dietro la ricerca di una professione.

La mattinata è stata introdotta dal preside del Polo della Formazione Matteo Battistelli, dall’assessore alla Scuola Luigi Pezzi e dal capo di Gabinetto del Comune Gabriele Montanari.

In allegato alcune foto della mattinata: le moto esposte, il curatore del museo Ducati Livio Lodi e un momento con gli studenti.