Sabato 15 e domenica 16 gennaio al Teatro Binario si va con la “ricetta” del pediatra

Bambini a teatro con la ricetta del pediatra: è questa la sperimentazione al via in 21 Comuni dell’Emilia Romagna, tra cui Cotignola, grazie al progetto “Sciroppo di teatro. Un progetto per bambine, bambini e famiglie”. Il meccanismo è semplice: i pediatri e le farmacie che espongono la locandina “Sciroppo di teatro” possono assegnare ai bambini dai 3 agli 8 anni “una medicina eccezionale per potersi emozionare”, ovvero un libretto di tagliandi (impreziosito dalle illustrazioni di Matteo Pagani) per assistere alla ministagione “Teatro ragazzi” acquistando due biglietti a 2 euro l’uno per spettacolo (uno per sé e l’altro per l’accompagnatore).

A Cotignola, gli appuntamenti di “Sciroppo di teatro” sono due, entrambi al Teatro Binario. Si comincia sabato 15 gennaio alle 20.45 con “Rusco Revolution!” della compagnia NoveTeatro e si prosegue domenica 16 gennaio alle 16.30 con “Il viaggio di tartaruga Tranquilla Piepesante” della compagnia Fratelli di taglia. Entrambi gli spettacoli sono per bambini dai 3 anni.

Nato da un’idea iniziale di Silvano Antonelli, il progetto prende corpo in Emilia Romagna attraverso Ater Fondazione, che ha costruito una rete tra gli assessorati regionali alla Cultura, Sanità e Welfare, i Comuni soci, le associazioni di categoria dei pediatri Fimp e Cipe, le associazioni Acp e Sip e farmacie federate a Federfarma e Assofarm.
L’obiettivo è quello di creare un’alleanza inedita e di sistema capace di generare cambiamenti significativi sul piano della salute e del benessere delle famiglie.
Il report delle Nazioni unite sull’impatto del covid-19 sui bambini usa parole chiarissime: “Non sono i più colpiti da questa pandemia, ma rischiano di essere le sue più grandi vittime”. Numerose ricerche mostrano un significativo peggioramento della salute mentale dei bambini e dei loro genitori durante l’epidemia. Il teatro può essere una cura, perché “È una vera meraviglia, cura tutta la famiglia”. E questa volta, lo dicono i dottori e i farmacisti.

L’accesso è consentito previa esibizione del green pass rafforzato (esclusi minori di 12 anni e soggetti esentati dalla campagna vaccinale) e all’interno del teatro dovrà essere indossata la mascherina di tipo Ffp2 (non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, le persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i soggetti che interagiscono con i predetti). Per informazioni chiamare il 373 5324106, email [email protected]