“L’Atlante delle città” lo spettacolo di Antonio Panzuto

Sabato 8 gennaio al Teatro Comunale Walter Chiari di Cervia

Ispirato a Le città invisibili di Italo Calvino, Antonio Panzuto presenta sul palcoscenico del Teatro Comunale Walter Chiari di Cervia, sabato 8 gennaio alle ore 21, per la rassegna Favole, lo spettacolo L’Atlante delle città, di cui è autore, interprete e regista.

L’Atlante delle città si sviluppa attorno a una macchina scenica che si apre e si trasforma sotto gli occhi dei bambini, diventando aereo a elica, bicicletta, lanterna magica, atlante di città dove si nascondono storie, personaggi, racconti, immagini, disegni: figure di un film che inizia e si svela lentamente.

Appaiono così Le città invisibili, tra sportelli e nascondigli, capovolte, immerse nell’acqua, ricamate di carta, ritagliate nel rame, costruite di corda e spago, appese a fili sottili e trasportate da cigolanti carrucole.

Lèggere e leggerezza: una parola ricorda l’altra, e nel leggere Calvino si ha sempre questa sensazione, quella di essere sospesi e leggeri come le sue parole. Le sue città invisibili sono dappertutto, nella nostra vita di tutti i giorni: si nascondono tra i fogli sparsi della nostra scrivania, tra le corsie dei supermercati, tra le foglie degli alberi; ci seguono ovunque, nelle tasche dei vestiti, nel fazzoletto aggrovigliato nella borsa… Calvino gioca con le parole e ci spedisce messaggi interplanetari facendoceli trovare per caso… La difficoltà è nel saperli riconoscere.

Teatro d’attore e d’oggetti

Biglietti: 5 euro

Disponibili online sul sito Vivaticket o nella sera di spettacolo dalle ore 20 presso la biglietteria del Teatro Walter Chiari.

Info: 0544 975166 e www.accademiaperduta.it

Si ricorda che, in osservanza dei D.L. attualmente in vigore, l’accesso ai Teatri per i maggiori di 12 anni è consentito esclusivamente se in possesso di “Super Green Pass” (certificato di vaccinazione e/o guarigione da Covid-19) e, ad esclusione dei bambini sotto i 6 anni, è necessario indossare mascherine di tipo FPP2 dal momento dell’ingresso e per tutta la durata dello spettacolo.