Nelle biblioteche di Voltana e Lugo il racconto di una storia epica che ha visto protagonista il territorio lughese

La storia di bambini del sud, in gravi condizioni economiche, che furono affidati -per mesi o anni- a famiglie contadine del nord, per iniziativa dell’UDI e del PCI, nell’immediato dopoguerra. C’ero anch’io su quel treno: la vera storia dei bambini che unirono l’Italia è un libro di Giovanni Rinaldi (Solferino 2021) e viene presentato in due diverse occasioni a Lugo: venerdì 22 aprile ore 20.30 alla biblioteca Baioni di Voltana (l’autore dialogherà con Cecilia Passanti) e sabato 23 aprile alle 11 alla biblioteca Trisi in occasione della Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore ( l’autore sarà in dialogo con Maria Chiara Sbiroli).

Il volume ricostruisce questa vicenda attraverso una ricca raccolta di testimonianze orali. Il territorio lughese è stato tra quelli che con più generosità ha accolto questi bambini, al punto che diversi di loro hanno successivamente deciso di restare a vivere qui invece che tornare presso le famiglie d’origine. 

Lugo e Voltana, quindi, sono state protagoniste dell’accoglienza nel dopoguerra, ma sono anche diventate la base per la raccolta delle storie orali che hanno permesso di ricostruire una pagina così intensa della storia italiana: la Biblioteca Trisi e Cà Vecchia hanno sostenuto la raccolta delle testimonianze, supportando la rete di relazioni che ha portato ad individuare i testimoni. 

La responsabile della Biblioteca Trisi, Maria Chiara Sbiroli, spiega il significato di questa doppia presentazione: “Il 23 aprile, Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, prende il via la campagna nazionale de “Il Maggio dei Libri” che celebra l’importanza della lettura come strumento della crescita sociale e personale di ciascun cittadino. L’edizione di quest’anno si focalizza in particolare su tre filoni: “leggere per comprendere il passato”, “leggere per comprendere il presente” e “leggere per comprendere il futuro”, che declinano e accompagnano il tema che dà il titolo all’edizione, ovvero “ContemporaneaMente”. Il libro di Giovanni Rinaldi ci è sembrato particolarmente indicato ad aprire il percorso di letture promosse dal Sistema Bibliotecario Urbano di Lugo nel maggio 2022”.

Giovanni Rinaldi, storico e ricercatore italiano, è autore, con il regista Alessandro Piva, di un progetto di ricerca di storia orale sull’accoglienza ai bambini negli anni ’50 per la realizzazione del cortometraggio Pastanera da cui sono nati successivamente il reportage narrativo I treni della felicità. Storie di bambini in viaggio tra due Italie (Ediesse 2009), e C’ero anch’io su quel treno: la vera storia dei bambini che unirono l’Italia.