Dalle 20.30 al teatro Rasi di Ravenna le proiezioni e le premiazioni delle opere vincitrici

Il festival Corti da Sogni – Antonio Ricci giunge alla serata più importante. Dopo le giornate di proiezione delle opere in concorso provenienti da 24 nazioni, sabato 30 aprile si celebrerà, dalle 20,30 sempre al Teatro Rasi di Ravenna, la serata conclusiva con la proiezione e premiazione di tutte le opere vincitrici delle varie sezioni in concorso (ingresso 3 euro).

Il premio Creatività in corto sarà assegnato dal pubblico in sala che sarà chiamato a votare tra i due corti finalisti della sezione.

“Siamo molto soddisfatti per il successo del festival – commentano gli organizzatori -. Le giornate del festival sono state caratterizzate da un pubblico molto numeroso e dagli interventi sul palco di registi e addetti ai lavori del settore cinematografico che cerca di riprendersi dopo due anni scanditi da forte difficoltà”.

Nel corso della serata conclusiva saranno assegnati i premi: European Sogni Award (per i lavori europei), Sogni Fiction (riservata ai corti internazionali), Premio Giuseppe Maestri (opere di animazione), Made in Italy (destinati ai cortometraggi italiani), Mitici Critici (riservata ai cortometraggi per le scuole), Film School (realizzati dalle scuole e università di cinema), Creatività in corto (premio del pubblico) e Frequenze in corto (per i videoclip).

Le proiezioni della sera saranno precedute dall’appuntamento “Sogni di Carta”, in collaborazione con la libreria Dante di Longo. Alle ore 18,30 al teatro Rasi (ingresso gratuito per l’evento) sarà protagonista il fumettista e illustratore Davide Reviati.

Con una penna si scrive una storia, con due la si disegna anche, se ti chiami Davide Reviati. Le sue graphic novel sono libri, film in divenire. Sogni di carta estremamente reali, immagini che scorrono attraverso la nostra lettura. Sono mescolanza e ibrido, sono quel grigio che tanto evitiamo, ma che tanto ci servirebbe.