Dal 1 luglio diversi itinerari tutti i mercoledì e venerdì

Inizierà venerdì 1 luglio Mosaico di Notte, l’esperienza di visita guidata notturna ai monumenti Unesco, promosso dal Comune di Ravenna, realizzato grazie alla preziosa collaborazione con l’Opera di Religione della Diocesi Ravenna-Cervia, la Direzione regionale musei Emilia-Romagna – ministero della Cultura e la Fondazione RavennAntica.

Due le serate, mercoledì e venerdì. L’itinerario del mercoledì, in italiano e in inglese, a partire dalle 20.30, prevede la visita alla basilica di Sant’Apollinare Nuovo, al mausoleo di Galla Placidia e alla basilica di San Vitale. Il venerdì sera, invece, sono in programma due percorsi di visita guidata, in italiano, a partire dalle 20.10. Il primo al Mausoleo di Galla Placidia, alla Basilica di San Vitale, al Museo Nazionale e alla Domus dei Tappeti di Pietra; il secondo al Battistero degli Ariani, al Museo Nazionale e alla Domus dei Tappeti di Pietra (prenotazione è obbligatoria sul sito www.ravennaexperience.it).

Inoltre il venerdì sera la basilica di San Vitale, il mausoleo di Galla Placidia saranno aperti al pubblico dalle 21 alle 23, ultimo ingresso 22.45. Mentre alle 22 ci sarà Mosaici di note…di notte, musica d’organo a cura dell’Istituto Musicale Verdi (informazioni e prenotazioni sul sito www.ravennamosaici.it). Sarà aperto anche il Museo Nazionale dalle 20 alle 22.30 (i biglietti sono acquistabili online http://info.ravennantica.it/  o alla biglietteria del museo).

Sono in programma anche alcuni appuntamenti di visite guidate speciali: mercoledì 13 luglio e venerdì 2 settembre visita tematica ai due Battisteri Neoniano e degli Ariani a cura di Emanuela Fiori; mercoledì 20 luglio e 3 agosto visita alla cripta e alla Basilia di Sant’Apollinare in Classe a cura di Emanuela Fiori e Paola Novara; mercoledì 31 agosto visita a cura di Sandra Manara al Palazzo di Teodorico e Sant’Apollinare Nuovo.

La prenotazione è obbligatoria sul sito www.ravennaexperience.it; i partecipanti saranno dotati di radioguide e tenuti al rispetto delle misure di sicurezza e al distanziamento sociale.