Sarà consegnato in occasione della serata conclusiva, oggi, giovedì 21 luglio

L serata conclusiva della XXXIII edizione, in programma questa sera , giovedì 21 luglio, sarà l’occasione per la consegna del “Premio Ravenna Festival 2022” assegnato quest’anno a Silvia Lelli. Sul palco del Palazzo Mauro De André, sarà proprio Riccardo Muti a consegnare il premio – la tradizionale opera in mosaico realizzata da Marco Bravura, un modello su scala delle fontane monumentali “Ardea Purpurea” collocate a Beirut e Ravenna come ideale ponte di amicizia. 

Il premio a Silvia Lelli è un riconoscimento per come da oltre 40 anni ha ritratto – assieme a Roberto Masotti, compagno d’arte e di vita recentemente scomparso e con il quale aveva creato  l’inconfondibile marchio di fabbrica Lelli&Masotti–  il mondo delle arti performative con stile sobrio e antiretorico, fissando immagini che rivelano l’essenza di un gesto, di un suono, fotografie che restituiscono la vibrazione della scena. Silvia e Roberto hanno inventato un nuovo modo di interpretare e documentare lo spettacolo dal vivo, entrando in relazione profonda con l’artista, conquistando la fiducia dei più grandi. Un talento che Silvia da molti anni ha messo al servizio anche di Ravenna Festival, rappresentandolo nel mondo con tutta la verità e la bellezza che i suoi occhi sanno cogliere: nei più avventurosi viaggi dell’Amicizia o al seguito dei giovani musicisti dell’Orchestra Cherubini. 

Negli anni la manifestazione ha assegnato il “Premio Ravenna Festival” ad autorevoli protagonisti delle diverse discipline della cultura e dell’arte, quali Tonino Guerra, Ennio Morricone, lo stesso Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich, Gerard Depardieu, Svetlana Zakharova, Micha Van Hoecke, Matthew Bourne, Gabriel Zuchtriegel….