La biblioteca «Luigi Varoli» ha intrapreso una collaborazione con la casa residenza per anziani «Tarlazzi e Zarabbini» di Cotignola, per promuovere la lettura.

La biblioteca «Luigi Varoli» ha intrapreso una collaborazione con la casa residenza per anziani «Tarlazzi e Zarabbini» di Cotignola, per promuovere la lettura.

In ottobre è iniziato il progetto Legger-mente in ascolto: letture ad alta voce all’interno della struttura, a cura del personale bibliotecario, per gli ospiti che desiderano partecipare. L’iniziativa proseguirà fino a maggio ogni primo giovedì del mese, per un totale di otto incontri, e rientra nel programma di animazione della struttura, che include attività ricreative e occupazionali, socio-riabilitative e di partecipazione alla vita sociale e di comunità.

Gli obiettivi principali sono di incentivare le interazioni sociali, stimolare memoria e attenzione, promuovere la conversazione proponendo punti di vista differenti dal proprio, agevolare la riflessione, emozionare e anche divertire.

Per le letture vengono scelti racconti brevi, poesie, ma anche albi illustrati che sono utili per aiutare ad associare immagini e ricordi, per stimolare la visione immaginifica, per sostenere la narrazione che può essere più facilmente seguita e compresa, godendo anche dell’ascolto di canzoni associate ai libri scelti.

La partecipazione al primo incontro è stata numerosa ed entusiasta. In un clima d’ascolto e di curiosità, l’interazione, mediata dall’operatrice e dalla bibliotecaria, ha suscitato ricordi, riflessioni sulla vita e l’amore colpendo con «libri che toccano il cuore», come hanno notato alcuni ospiti.

Inoltre, la biblioteca già da tempo fornisce i volumi per il prestito mensile agli ospiti della casa di riposo, in linea con le richieste che arrivano dagli operatori, rispettando e valorizzando dove possibile le storie personali, le preferenze e gli orientamenti culturali.