Mercoledì 19 ottobre, alle 20.30, in scena “Dante che canta e incanta”

Mercoledì 19 ottobre, alle 20.30, al teatro Rasi, andrà in scena “Dante che canta e incanta”, prodotto dall’associazione Cianove con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune e il sostegno dell’Istituto Bulgaro di Cultura di Roma.

Lo spettacolo, con la regia di Evelina Drianovska su testo ideato insieme a Iglika Peeva, vede la partecipazione di tre attori bulgari, Dina Sosheva, Velizar Emanuilov e la stessa Drianovska, che reciteranno in italiano. La Sosheva interpreterà la madre di Dante ed Emanuilov, giovane e brillante, sarà Giotto; reciteranno inoltre Francesco Porzio nel ruolo di Boccaccio (il narratore), Franco Costantini nella parte di Dante, Carmen Nardi nei panni di Beatrice.

Tra i protagonisti di questo originale tributo a Dante c’è anche il popolo fiorentino: molte le scene in cui il Poeta è raccontato dal popolo, in una sorta di “contrappasso positivo” per chi nobilitò la lingua volgare.

La biglietteria del Rasi sarà aperta il giorno 19 dalle 18,30 alle 20,30. Costo biglietto: 13 euro.