Il pilota Kevin Magnussen con il sindaco di Faenza e presidente dell'Unione, Massimo Isola e il vicesindaco della città manfreda, Andrea Fabbri

Il pilota di F1 tiene a bettesimo le luminarie e saluta i ragazzi dell’Anffas

Un pomeriggio rombante da Brisighella a Faenza dove si è tenuta la 29esima edizione del Trofeo Bandini. Alla presenza di tantissimi ospiti il pilota di Formula 1 della Scuderia statunitense Hass, motorizzata Ferrari, è stato salutato da una grande pubblico. Kevin Magnussen, disponibilissimo, è arrivato a Faenza verso le 15.15 al volante di una Dallara, scortato dalla Lamborghini Galliardo della Polizia Stradale. Folla di autorità, dal prefetto Castere de Rosa all’assessore regionale alla Motor Valley, Andrea Corsi, al presidente dell’Unione faentina, Massimo Isola, il sindaco di Brisighella, Massimiliano Pederzoli, quello di Lugo, Davide Ravalli, l’assessora all’Autodromo di Imola, Elena Penazzi, il presidente di Formula Imola, Giancarlo MInardi e tantissime altre autorità. Dopo l’arrivo in piazza e il saluto nel Ridotto del Teatro Masini, Magnussen ha tenuto a battesimo le luci di Natale di piazza del Popolo e poi si è spostato al cinema Sarti dove ha salutato i ragazzi dell’associazione Anffas. Gran finale al teatro Masini con le premiazioni. Cerimonieri della manifestazione il presidente dell’associazione Trofeo Bandini e il suo vice, Francesco Assirelli e Massimiliano Penazzi. A fare da cornice i tamburi di Brisighella e i figuranti della Contea Di Val D’amone.