un puntuale racconto di un reparto della sanità militare che si trovò a operare in condizioni decisamente difficili

Giovedì 15 dicembre alle 20.30, presso la saletta didattica delle Cappuccine a Bagnacavallo, verrà presentato il libro “Un medico al fronte russo. Il diario di guerra di Cesare Nuccorini giugno-novembre 1942” curato da Marco Serena e pubblicato dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in Ravenna e provincia.

Cesare Nuccorini (1908-1982) è un sottotenente medico di complemento nella 3a Divisione fanteria “Ravenna”. Inviato nel giugno 1942 al fronte orientale operò nel 202° Ospedale da Campo e fu testimone delle due battaglie difensive di fine estate che l’Armir (l’Armata italiana in Russia) dovette combattere contro gli assalti sovietici, volti a saggiare la consistenza del nostro schieramento. Fu il preludio all’offensiva di novembre che ruppe le difese italiane e determinò la tragica ritirata a cui Nuccorini, per sua fortuna, si sottrasse perché in licenza.

Il suo diario è un puntuale racconto di un reparto della sanità militare che si trovò a operare in condizioni decisamente difficili ed è corredato da diverse fotografie da lui stesso scattate.

Nel dopoguerra Nuccorini fu primario presso l’ospedale civile di Bagnacavallo dal 1945 al 1968 e tra i fondatori della clinica privata Domus Nova di Ravenna. Si spense nel 1982.

Intervengono Giuseppe Masetti e Marco Serena dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in Ravenna e provincia.

La saletta didattica delle Cappuccine è in Via Vittorio Veneto 1.

Ingresso libero.

Info: 0545 280912.