La mostra allestita nella chiesa di Palazzo delle Esposizioni di Faenza
La mostra allestita nella chiesa di Palazzo delle Esposizioni di Faenza

‘Tremate le streghe son tornate’ questo il titolo dell’iniziativa i cui appuntamenti che andranno avanti fino al 26 marzo

Il festival è partito sabato 4 marzo, alle ore 18, con la mostra fotografica “AVIA” a cura del Gruppo Fotografia Aula 21, all’interno della cornice storica della Rocca di Riolo Terme, la quale ospiterà l’evento fino al 18 marzo. Il giorno successivo, domenica 5 marzo alle ore 18.30, è stata inaugurata la personale dell’artista Rosita D’Agrosa a cura di Erica Romano, presso il Fontanone di Faenza, la prima mostra nella città di Faenza della IV edizione del Sorelle Festival.

Il Festival è poi proseguito questa settimana: lunedì 6 marzo alle 18.30, la Chiesa di Santa Maria della Misericordia ha aperto le porte alla mostra “My own dark side of the moon”, con le fotografie di Veronica Piazza e le sculture di Giuliana Reggi, a cura di Veronica BAssani, a cui si lega la performance di danza di Chiara dal Borgo. In occasione della festa della donna, mercoledì 8 marzo, è stato inaugurato il circuito di mostre a Faenza: dal Fontanone con la personale dell’artista Rosita D’Agrosa, verso l’installazione artistica AVIA presso la sede dell’associazione Gruppo Fotografia Aula 21 (ore 18.00).

A seguire è stata inaugurata la collettiva “Atto magico”, di Monika Grycko, Ilaria Minelli, Valentina Palmi, Ilaria Piccirillo, Arianna Zama a cura di Filippo Maestroni, presso la chiesetta di Palazzo delle Esposizioni (ore 19.30). Il percorso si è poi concluso con la mostra “Non fiori ma opere di bene”, di Camilla Carroli e Alice Santini a cura di Filippo Maestroni, presso il circolo Kairòs (ore 21.00) . Il giorno dopo, giovedì 9 marzo, il festival è ufficialmente arrivato in provincia di Forlì – Cesena, alla Stazione degli Artisti di Gambettola, per l’apertura della personale di Anna Ronchiato a cura di Angela Molari, alle ore 18.30.

La settimana si concluderà ritornando a Faenza con un weekend ricco di eventi: venerdì 10 marzo alle ore 19, presso la chiesetta di Palazzo delle Esposizioni, il talk “Eretiche di ieri e di oggi: dalla caccia alle streghe al femminicidio”, con Martina Fabbri Nuccitelli, autrice e storica, Elisa Ottaviani, operatrice del Centro Antiviolenza SOS Donna, e Veronica Quarti, docente universitaria e storica. Domenica 12 marzo, alle ore 11, il Fontanone, ospiterà una colazione speciale “ERETICHE EROTICHE – Piccoli gesti quotidiani di ribellione sessuale”, a cura di Elio intimate project in collaborazione con la pasticceria La Dolza di Solarolo: biscotteria e pasticceria esplicita faranno da contorno ad un talk per riflettere su ciò che la donna può fare all’interno delle dinamiche sessuali e relazionali, per prendersi cura di sé, risaltare il ruolo femminile e non piegarsi a dinamiche errate (evento su prenotazione: 338 4643135). Sorelle Festival prosegue per tutto il mese di marzo, con un calendario ricco di eventi e tantə protagonistə. Andando con ordine, la terza settimana di eventi inizierà lunedì 13 marzo al circolo ARCI di Castel Bolognese, con un Open Mic sugli usi, costumi e sessismo nella società che ci hanno lasciato, a cura del circolo, in collaborazione con “Areyoureading?” e Fatti D’Arte (21:00). La settimana proseguirà martedì 14 marzo, sempre al circolo ARCI di via Emilia Interna 137, con il Cineforum femministra, a cura del circolo, della collettiva femminista Isterica e Fatti D’Arte, alle ore 20:30. Mercoledì 15 marzo, a Faenza, si svolgerà invece lo spettacolo di danza “Dietro l’ombra – vivere ancora senza di me”, a cura di SOS Donna e l’Assessorato cultura e politiche di genere del Comune di Faenza. Ad ospitare questo evento sarà il palcoscenico dello scenografico Teatro Masini, alle ore 21:00. L’evento è su prenotazione all’indirizzo info@sosdonna.com Il giorno dopo, giovedì 16 marzo, termina la Settimana femminista di Castel Bolognese, con un apericena solidale a ritmo di musica a cura del circolo ARCI in collaborazione con SOS Donna, l’associazione Nuova Generazione Tunisina e Fatti D’Arte, alle ore 19:30 presso la sede del circolo ARCI. Alle ore 21:30, il Festival si sposterà di nuovo a Faenza, presso la sede del circolo Kairos, con l’impro comico Benta – Patatrac, a cura di Kairos. Il weekend faentino di eventi verrà inaugurato venerdì 17 marzo, quando Kairòs ospiterà l’iniziativa sui generis della Kinky Night, con workshop e visual show tutti da scoprire, in collaborazione con Elio Intimate project, Kalico jack e SPB SoundSystem, mentre, sabato 18 marzo Riolo Terme saluterà la mostra AVIA. La sera, alle ore 18:00, Kairòs ospiterà poi un Cineforum filosofico a cura di Filò – il filo del pensiero, in cui verrà trasmesso il film Matilda 6 Mitica di D. DeVito. Il weekend sarà poi chiuso domenica 19 marzo da un evento di eccellenza: la visita guidata del MIC Museo Internazionale della Ceramica con la sua direttrice Claudia Casali, e il successivo talk con le artiste del festival moderate dall’ospite d’eccezione Viola Emaldi seguirà degustazione. La quarta ed ultima settimana del Festival verrà invece inaugurata mercoledì 22 marzo, nella suggestiva sede del Museo Carlo Zauli, in cui si terrà un talk e successivamente un workshop in collaborazione con il Giardino delle Erbe Spontanee di Casola Valsenio in cui argilla ed erbe spontanee si fonderanno creando un connubio del tutto magico. Dal 24 marzo al 26 marzo, si svolgerà invece la mostra “Una stanza tutta per sé” di Cora Baratti (Artecannibale), a cura di Spine Produzione e Stryx, la quale verrà inaugurata venerdì 24 marzo alle ore 18:00, a Brisighella. Sabato 25 marzo, il Festival raggiungerà le stelle, grazie alla performance artistica dello Studio di astrologia Dott.ssa Paola Volpe, a cura di Latte Project Space, in collaborazione con lo studio Officina Ceramica Faenza di Andrea Kotliarsky e La Falegnama di Luna Cavallari. Domenica 26 marzo, doppio appuntamento la mattina ore 11 visita guidata al Giardino delle erbe di Casola Valsenio ( ore 10.30 su prenotazione) il pomeriggio Brisighella si chiuderà il Festival con una visita guidata alla mostra nel Complesso dell’osservanza, a seguire un talk e finissage a cura di Spine Produzione. In questa occasione, Sorelle Festival saluterà tutti i suoi ospiti, gli artisti e tutti i suoi partner, i quali hanno accompagnato questa incredibile iniziativa, rendendola più magica che mai. Tutti gli aggiornamenti e le informazioni sugli eventi sono disponibili sulle pagine social dell’iniziativa e sul sito sorellefestival.it.

Un momento della presentazione del programma di Sorelle Festival