Giordano Mazzavillani

Premi e sezioni

Promosso dall’Associazione Amici della Capit Aps di Ravenna, in collaborazione con la famiglia Mazzavillani – Muti, con la compartecipazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e con il patrocinio della Presidenza nazionale Capit e della Regione Emilia-Romagna, ritorna il Concorso nazionale biennale di poesia nei dialetti d’Italia intitolato al poeta ravennate Giordano Mazzavillani (1911-1976).

Il Concorso fu istituito nel 1983 e proseguì negli anni 1985 e 1987 avvalendosi di prestigiose giurie nelle quali figurarono personaggi importanti come Sergio Zavoli, don Francesco Fuschini, Tino Dalla Valle, Massimo Stanghellini Perilli, Benigno Zaccagnini, Umberto Foschi, Giovanna Bosi Maramotti, Piero Longanesi e Nevio Spadoni.

Dopo una lunga pausa, il Concorso è tornato alla ribalta nel 2019, con una formula rinnovata che estende la partecipazione a tutte le autrici e gli autori che si esprimono in uno dei tanti dialetti italiani, riscontrando unanimi consensi.

La giuria dell’edizione 2023-2024, il cui bando è stato recentemente pubblicato, sarà presieduta dal poeta ravennate Nevio Spadoni e composta da Manuel Cohen (poeta, saggista e critico letterario), Gianfranco Miro Gori (saggista e poeta), Gianfranco Lauretano (poeta e critico letterario), Cristina Ghirardini (etnomusicologa, Centro per il dialetto romagnolo – Fondazione Casa Oriani) e Elio Pezzi (giornalista e poeta). Madrina del concorso sarà naturalmente Maria Cristina Mazzavillani Muti.

Il Concorso è articolato in tre sezioni: (A) silloge di tre poesie inedite, (B) libro di poesia edita tra l’1 dicembre 2021 e il 31 dicembre 2023, (C) silloge di tre poesie inedite di autrice/autore residente in Provincia di Ravenna. Le opere dovranno pervenire alla Segreteria del Concorso entro il 31 dicembre 2023.

Saranno assegnati i seguenti premi, a insindacabile giudizio della giuria: 800 euro al vincitore della sezione (A); 1.200 euro al vincitore della sezione (B); 500 euro al vincitore della sezione (C). Sono previsti premi anche per le opere classificate al secondo e terzo posto.

Sarà altresì assegnato un ‘Premio speciale’ di 300 euro a un giovane autore frequentante una qualsiasi scuola media superiore della Provincia di Ravenna, quale segno di incoraggiamento all’uso poetico del dialetto romagnolo

Le opere premiate saranno presentate sabato 25 maggio 2024, alle ore 18.00, in occasione di una cerimonia pubblica che si svolgerà a Ravenna presso Palazzo Rasponi dalle Teste, in Piazza Kennedy 12. Nell’ambito della cerimonia sarà ricordato il poeta Sante Pedrelli (relatore Gianfranco Miro Gori) nel centenario della scomparsa (1924-2024).

Il bando integrale del Concorso potrà essere richiesto alla Segreteria organizzativa c/o